La strada dove si verificano maggiori incidenti stradali a Genova è corso Europa: 2783 tra il 2010 e il 2016. È quanto emerge dalla webmap delle strade a rischio realizzata dall’Associazione Open Genova sui dati ufficiali del Comune.

La classifica vede al secondo posto corso Sardegna con 2.257. Terza piazza per via Cantore (1.962). Seguono via Gramsci (1.658), lungomare Canepa (1.634), via Pra’ (1.518), la strada Aldo Moro è “solo” settima (1.344), corso Torino (1.104), via Canevari (1.077) e via Piacenza (1.064).

La mappa, consultabile a questo link, consente di informare ogni cittadino sulla pericolosità delle strade che percorre abitualmente, ma soprattutto permette al Comune di Genova di pianificare dei modi per limitare i rischi. Manca però uno step importante: al momento i dati degli incidenti riportano solo il nome della via. Open Genova (e anche Bj Liguria) auspica che i dati possano essere georeferenziati al momento stesso della constatazione del sinistro da parte dei vigili urbani “in questo modo – scrive l’associazione nel post di presentazione della mappa – si capirebbe subito dove sono le criticità: incroci, attraversamenti, punti in cui si corre troppo con i veicoli”. Considerando che ancora oggi i vigili urbani (non per colpa loro immaginiamo) compilano a mano i verbali dei sinistri stradali, la strada probabilmente è ancora molto lunga.

Nel 2018 Open Genova, in collaborazione con Gter srl, partner storico dell’associazione, organizzerà un corso base per avvicinarsi al mondo degli Open Data e delle mappe digitali. Il corso è gratuito e rivolto ai soci.

Genova, che sta proseguendo il proprio percorso di smart city, è ancora indietro, per esempio, sul mettere a disposizione dei dataset (collezione di dati) che possano essere immediatamente mappabili (basterebbe avere latitudine e longitudine, oggi ci sono dei siti che la calcolano automaticamente in base all’indirizzo) e quindi utili non solo per i giornalisti, ma soprattutto per l’amministrazione stessa che potrebbe indirizzare meglio le proprie politiche.

La mappa che evidenzia le persone in prognosi riservata coinvolte in incidenti nel 2016

Giuseppe Grasso, informatico genovese, ha elaborato la mappa estraendo altri dati, come le persone in prognosi riservata coinvolte in incidenti stradali nel 2016 e i feriti coinvolti in incidenti stradali nel 2016: «Genova ha il maggior tasso di incidenti fra le grandi città italiane. A Genova avvengono 72 sinistri ogni 10 mila abitanti, contro i 69 di Firenze, i 66 di Milano ed i 46 incidenti ogni mille abitanti di Roma. Dobbiamo e possiamo migliorare. Gli open data del Comune di Genova, pubblicati grazie all’impulso ed al sostegno di Open Genova consentono l’analisi dei sinistri per individuare i punti più critici e le strade più pericolose».

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.