Genova, ecco come cambierà l’ex mercato di corso Sardegna

Genova, ecco come cambierà l’ex mercato di corso Sardegna

Lo storico mercato ortofrutticolo affiancato da un parco verde e uno spazio multifunzionale, con aree gioco e sport e una pedana per il ballo en plen air, per il cineforum e gli eventi del quartiere. Questa l’immagine del nuovo progetto per la riqualificazione dell’ex mercato ortofrutticolo di corso Sardegna (un’area di oltre 20.400 metri quadrati), presentato questa mattina dal Comune di Genova. Presenti il sindaco Marco Bucci, l’assessore ai Lavori Pubblici Paolo Fanghella e il presidente del Municipio Bassa Val Bisagno Massimo Ferrante.

Il progetto propone un equilibrio tra l’esigenza di mantenere la memoria storica del mercato e quella di creare un parco di qualità per il quartiere, equilibrio a lungo cercato con la competente Soprintendenza: il piano prevede di mantenere tutti gli edifici perimetrali e i due padiglioni interni sottoposti a vincolo. Il restante spazio è stato destinato invece a un parco con aiuole fiorite e alberi in piena terra.

Progetto planivolumetrico

Il parco è organizzato poi in spazi multifunzionali per offrire un servizio a ogni tipo di utenza e fascia di età: spazi per studiare all’aperto a contatto con la natura, aree gioco e sport per i bambini, spazi per la socialità di quartiere tra i quali spicca un’ampia pedana per il ballo en plein air, per il cineforum e in generale per gli eventi del quartiere.

Il progetto, conforme al Puc e al Puo approvato nel 2017, affronta anche le criticità idrauliche prevedendo il mantenimento degli edifici perimetrali, l’assenza di interrati, un parcheggio in struttura a due livelli fuori terra localizzato nei due edifici più recenti esterni al perimetro del vecchio mercato. Come previsto dal Puc viene creata una nuova viabilità di collegamento tra corso Sardegna e piazza Martinez. A breve partirà il bando per l’assegnazione dei lavori, il costo di realizzazione è di circa 30 milioni di euro. 

Le scelte impiantistiche del progetto e l’utilizzo di energie rinnovabili garantiranno un elevato grado di sostenibilità dell’intervento.

In termini numerici, le nuove funzioni prevedono 7.220 metri quadrati di connettivo urbano, pubblici esercizi, esercizi di vicinato e una media struttura di vendita ricollocata. 6.750 mq di parco, 300 mq di locali per il quartiere e 5.840 mq destinati a parcheggi.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here