Un effetto moltiplicatore per finanziamenti sugli impianti sportivi liguri di 3,75 milioni di euro. È la ricaduta prevista dall’attivazione del bando Por Fesr 2014-2020 da un milione mezzo di euro, presentato oggi nella sede della Regione Liguria.

Il bando si rivolge ad associazioni e società sportive dilettantistiche per realizzare interventi sugli impianti, acquistare attrezzature, abbattere le barriere architettoniche e migliorare le strutture. «È una misura – spiega l’assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi – molto attesa dal territorio e dal mondo dell’associazionismo sportivo, composto da tante piccole realtà, molto spesso in difficoltà nell’accesso al credito. Con la creazione di questo fondo diamo le garanzie necessarie, a costo zero, alle società sportive perché possano ottenere finanziamenti per realizzare investimenti fino a 400 mila euro. Le circa 1.500 società sportive liguri, oltre a svolgere un ruolo fondamentale di socialità e aggregazione nei nostri quartieri e nei piccoli centri, sono anche fonte di occupazione. Agevolarne l’accesso al credito significa dare maggiori garanzie di continuità alle società sportive e rendere più attrattivo il nostro territorio non solo per i turisti, ma anche per chi decida di venire in Liguria a vivere e a lavorare».

Per accedere al fondo le società e associazioni sportive, con sede in Liguria, potranno presentare domanda sul sito di Filse, la finanziaria regionale, (www.filse.it), da giovedì 1 marzo in modalità off line e dal 15 marzo 2018 al 15 marzo 2019 in modalità on line. Sul sito di Filse sarà pubblicato l’elenco delle banche convenzionate per l’erogazione del finanziamento garantito.

«Questo bando – dice l’assessore regionale allo Sport Ilaria Cavo – va incontro alla principale necessità dei presidenti delle società: poter accedere al credito, senza doversi esporre personalmente ipotecando case o facendo fideiussioni. Ho avuto riunioni con le banche, che hanno aderito alla richiesta di convenzionarsi e far valere la garanzia di Filse anche con un effetto moltiplicatore. Non chiederanno ulteriori garanzie e questo apre opportunità alle società prima insperate. È la seconda misura che abbiamo attivato, nel corso del 2017, per garantire alle società sportive quella liquidità necessaria per fare investimenti su impianti e strutture. Con il precedente bando, da mezzo milione di euro del Fondo strategico regionale, abbiamo finanziato 18 interventi, fino a 40 mila euro, per abbattimento delle barriere architettoniche, investimenti sulle attrezzature e interventi infrastrutturali. Con l’attivazione del nuovo fondo di garanzia, le realtà interessate avranno la possibilità di fare interventi anche di media e grande dimensione per rendere sempre più accoglienti ed efficienti gli impianti».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.