Borsa di Milano, un avvio positivo che dura poco

L'avvio della giornata finanziaria, le quotazioni di spread, petrolio ed euro

Borsa di Milano, un avvio positivo che dura poco

La Borsa di Milano ha aperto in rialzo con il Ftse Mib in crescita del +0,15% in apertura, a quota 22.725 punti. Tra i titoli in evidenza Saipem (+1,52%), Tenaris (+1,23%) ed Eni (+0,79%). Forte calo per Ubi Banca (-3,25%), Bper Banca (-2,38%) e Salvatore Ferragamo (-1,5%). Si attende l’aggiornamento del piano industriale di Unicredit.

Apertura in terreno leggermente positivo anche per le Borse europee. A Londra il Ftse 100 sale dello 0,2%, a Parigi il Cac 40 registra un +0,15%, più debole il Dax di Francoforte a +0,06%.

Gli indici delle principali piazze asiatiche hanno chiuso debolmente, con gli investitori prudenti in vista delle riunioni delle banche centrali di questa settimana, che potrebbero indicare le prospettive per i tassi di interesse per il prossimo anno. Tokyo ha terminato gli scambi in lieve calo, -0,32%.

Tra i dati macro attesi, l’indice Zew (indice di fiducia delle imprese) e i prezzi alla produzione dei prodotti industriali Usa.

Nei cambi l’euro è poco mosso sui mercati a 1,1771 dollari, sui valori della chiusura di ieri a Wall Street (1,1772). Contro lo yen la moneta unica vale 133,57.

Il petrolio è in rialzo a 58,38 dollari per il barile Wti mentre il Brent tocca i massimi da giugno 2015 sopra i 65 dollari (65,30).

Lo spread tra Btp e Bund tedesco a dieci anni apre in calo a 133,6 punti con un rendimento all’1,63%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here