Borse europee chiudono poco mosse

Borse europee chiudono poco mosse

Chiudono poco mosse le Borse europee, frenate da Wall Street inizialmente vivacizzata dalla revisione al rialzo del pil Usa del terzo trimestre (+3,3%) e nel finale penalizzata dai realizzi sui tecnologici, con il Nasdaq in calo di oltre un punto percentuale, lo S&P 500 invariato e il Dow Jones in modesto rialzo (+0,3%). L’indice Stoxx 600 guadagna lo 0,26%. Il Dax di Francoforte termina invariato, il Cac 40 di Parigi segna+0,1%, l’Ibex 35 di Madrid +1,2%, il Ftse 100di Londra -0,9%, penalizzato dal rafforzamento della sterlina. La valuta britannica è risalita oltre 1,343 dollari e scambia a 0,883 sterline per euro. Milano chiude in rialzo frazionale con Ftse Italia All-Share a 24.672,28 punti (+0,16%) e Ftse Mib a 22.325,94 punti (+0,15%)

A Piazza Affari positivo il comparto bancario, in particolare con Bper Banca (+4,3%) che ha nettamente superato gli Srep della Bce.

Fuori dal listino principale Acea balza con un +11,5% dopo la presentazione del nuovo piano industriale che promette dividendi in forte aumento.

Sul mercato valutario, l’euro resta stabile a 1,185 dollari. La moneta unica vale anche 132,67 yen giapponesi mentre il cross dollaro/yen si attesta a 111,94.

Per quanto riguarda il petrolio, Wti inverte rotta e guadagna lo 0,1% a 58 dollari dopo il calo oltre le attese delle scorte di petrolio Usa.

Lo spread tra Btp e Bund chiude poco sotto la soglia dei 140 punti base, a 139,7 contro i 143 della chiusura di ieri. Il rendimento del titolo decennale italiano è all’1,78%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here