Avvio positivo per la Borsa di Milano: il primo indice Ftse Mib segna una crescita dello 0,23% a 23.096 punti, ma con il proseguire dei minuti cala. Tra i titoli in evidenza Fca (+2,49%) e Leonardo (+1,28%), giù Bper Banca (-1,71%).

Partenza in leggero aumento per i mercati azionari europei: Francoforte sale in avvio dello 0,2%, Londra dello 0,1%, Parigi dello 0,05%.

Nei mercati asiatici Tokyo è chiusa per festività. Borse cinesi in calo in attesa di notizie sull’esecuzione del piano fiscale per aziende e persone fisiche di Trump e la raffica di dati macro di oggi dagli Usa: -0,3% per Shanghai e -0,7% per Shenzhen.

Quotazioni del petrolio vicine ai massimi da due anni in attesa del rinnovo dell’accordo sui tagli alla produzione che potrebbe essere deciso al vertice Opec di Vienna di fine mese. I contratti sul greggio Wti con con scadenza a dicembre passano di mano a 54,79 dollari al barile (59,54 dollari ieri sera dopo la chiusura di Wall street). Il Brent guadagna 30 centesimi a 60,2 dollari al barile.

Nei cambi euro in calo in avvio di giornata sui mercati valutari: la moneta unica europea passa di mano a 1,1655 dollari (1,1663 ieri sera alla chiusura di Wall street) e a 132,95 yen.

Resta ai minimi da un anno in avvio di giornata lo spread che segna 141 punti base come ieri sera. Il rendimento del titolo decennale italiano si attesta all’1,78%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.