Si è svolta oggi nello stabilimento Fincantieri di Castellamare di Stabia (Napoli) la cerimonia per il taglio della prima lamiera, che dà il via ai lavori dell’unità anfibia multiruolo (Lhd, Landing helicopter dock).

La nuova unità sarà consegnata nel 2022 e rientra nel piano di rinnovamento delle linee operative delle unità navali della Marina Militare avviato nel maggio 2015. Oltre alla realizzazione della Lhd il programma pluriennale prevede la costruzione di sette Pattugliatori polivalenti d’altura con ulteriori tre in opzione e dell’unità di supporto logistico “Vulcano”.

La Lhd sarà certificata da Rina Services in accordo con le convenzioni internazionali per la prevenzione dell’inquinamento sia per gli aspetti più tradizionali come quelli trattati dalla Convenzione Marpol, sia per quelli non ancora cogenti, come la Convenzione di Hong Kong dedicata alla demolizione delle navi.

L’unità avrà una lunghezza di circa 200 metri, una velocità massima di 25 nodi, e sarà dotata di un sistema di propulsione combinato diesel e turbine a gas e potrà ospitare a bordo oltre 1000 persone di cui più di 700 come personale trasportato militare o civile.

La Lhd ha come missione principale nel trasporto di personale, veicoli e carichi di varia natura e nel trasferimento a terra degli stessi in aree portuali tramite i sistemi di bordo e in zone non attrezzate tramite imbarcazioni di varia natura.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.