QUI! Group chiude il 2016 con un fatturato dei servizi connessi al Welfare per aziende e pubbliche amministrazioni a 550 milioni. In aumento anche la redditività, con l’Ebitda che supera i 18 milioni di euro, a conferma della solidità del gruppo che si prepara ad ampliare la propria offerta di servizi e la presenza su nuovi mercati esteri grazie all’ingresso nell’azionariato dell’americana Fleetcor, multinazionale quotata al Nasdaq, leader mondiale nei prodotti di pagamento per le aziende e i loro dipendenti.

Crescono i ricavi legati ai settori del digitale, con l’emissione di milioni di buoni pasto elettronici, e dei servizi innovativi di welfare, il cui fatturato è cresciuto del 260% nell’ultimo anno. Inoltre, l’ingresso nel programma Elite di Borsa Italiana dedicato alle migliori aziende del Paese ha avviato definitivamente il percorso del Gruppo verso un futuro ingresso in Borsa.

QUI! Group punta a chiudere il 2017 con una crescita del fatturato e della redditività rispetto al 2016. Lo conferma la crescita del fatturato di oltre l’8% nel primo quadrimestre 2017 così come il continuo miglioramento dell’Ebitda.

Gregorio Fogliani, presidente e fondatore di QUI! Group

Dai buoni pasto cartacei a quelli elettronici, la strategia del Gruppo è sempre stata quella di differenziare la propria offerta. Nei soli ultimi due anni QUI! Group ha investito più di 20 milioni in innovazione, accelerando la digitalizzazione dei prodotti di punta e potenziando il proprio know how nel settore del welfare aziendale e pubblico. Il Gruppo è quindi pronto a stringere nuovi accordi per sviluppare ulteriormente il proprio business. «L’aumento della redditività – spiega il presidente e fondatore di QUI! Group Gregorio Fogliani – è la conferma che il Gruppo si sta via via consolidando in vista di nuovi accordi strategici, che non escludono l’apertura dell’azionariato a importanti partner italiani ed esteri. L’apertura di QUI! Group Brasil – diventata pienamente operativa grazie all’avvio dell’emissione di carte prepagate – e l’ingresso della multinazionale Fleetcor nella compagine azionaria di QUI Group, tramite l’acquisizione di una quota di minoranza da parte del colosso leader nel settore delle carte carburante, sono state funzionali a questa strategia. I nostri obiettivi sono precisi: continueremo a lavorare sulla digitalizzazione e sulla tecnologia dei nostri prodotti e faremo nuovi investimenti per ampliare ulteriormente la nostra offerta. Per quanto riguarda il welfare aziendale, uno dei settori in cui ci stiamo concentrando maggiormente, puntiamo a sviluppare soluzioni sempre più a misura di Pmi, realtà ad alto potenziale per il mercato. Lo conferma la crescita del fatturato del settore che si è quasi triplicato nel corso dell’ultimo anno passando da 5 a 12,5 milioni di euro».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.