La F.lli Levaggi di Chiavari porta il proprio successo in artigianato e tecnologia al convegno nazionale Wwworkers Camp, meeting che si terrà domani alle 14,30 alla Camera dei Deputati.

L’azienda, presente sul mercato ligure da oltre cinquant’anni, giunge oggi alla sua terza generazione: Paolo e Gabriele Levaggi sono i due giovani fratelli che hanno accettato la sfida di raccogliere e salvaguardare una delle grandi tradizioni artigianali italiane: la sedia di Chiavari.

Cercando di attraversare le frontiere innovative, per dare espressione alla modernità e contemporaneità senza dimenticare la propria tradizione, l’impresa ha partecipato al primo ciclo di “Eccellenze in digitale” (2014/2015), il programma gratuito di Google e Unioncamere per la digitalizzazione delle imprese, presso la Camera di Commercio di Genova.

Nel 2015 Paolo Levaggi dichiarava: «Siamo venuti a conoscenza di un’opportunità offerta dalla Camera di Commercio di Genova per la digitalizzazione delle aziende. Ci eravamo accorti che il mestiere è cambiato e che, se prima vendevi prevalentemente in negozio, oggi è attraverso la rete che devi trovare i clienti. Però avevamo bisogno di una mano». Una mano che il programma Eccellenze in digitale è riuscito è dar: «Avevamo un sito ma non funzionava. Assieme a chi ci ha seguito, Tania Pesalovo, tutor di Eccellenze in Digitale, abbiamo scelto di investire in questo senso». I risultati si vedono nei numeri: dopo pochi mesi, le visite al sito web dell’azienda aumentano del 119%, il fatturato inizia a crescere e per la F.lli Levaggi di Chiavari si apre il mercato internazionale.

Nel corso del convegno di domani, nel pomeriggio, vi sarà il confronto con politici, esponenti del governo, esperti del mondo del lavoro e delle nuove tecnologie e il barcamp con le storie dei tanti “wwworkers” che ogni giorno raccontano un futuro del lavoro già presente. Le piccole medie imprese e gli artigiani racconteranno le proprie storie di successo e i principali trend del lavoro: Digital manifacturing, industria 4.0, piattaforme in crowd, sharing economy, e-commerce, big data, oggetti connessi, nuovi sistemi di pagamento e molto altro ancora.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.