Prossimo incontro il 20 giugno, con le segreterie nazionali e territoriali dei sindacati di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil, che hanno ribadito la contrarietà all’operazione di esternalizzare il servizio di call center della neonata Wind Tre su tutto il territorio nazionale, tra cui Genova.

Le segreterie nazionali e territoriali hanno ribadito la volontà di intraprendere una trattativa per scongiurarla e contemporaneamente, per tentare di bloccare questa operazione, hanno inoltrato richiesta unitaria di incontro al ministero dello Sviluppo Economico.

In attesa del nuovo incontro non si ferma lo stato di agitazione del personale.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.