In rialzo le compravendite liguri che nel 2016 segnano un +23,8% rispetto all’anno precedente. Numeri positivi in tutte e quattro le province con ottime performance a Savona (+33,1%) e alla Spezia (+31,6%).

Sono, questi, alcuni dei dati, calcolati sulla base delle quote di proprietà, contenuti nel documento “Statistiche regionali: il mercato immobiliare residenziale della Liguria” realizzato dalla Direzione Regionale della Liguria in collaborazione con l’Ufficio Studio della Direzione Centrale Omise.

In totale, sono oltre 16 mila le unità abitative compravendute nel 2016, dato che accredita la Liguria come una delle regioni più dinamiche nel panorama nazionale. Tra i capoluoghi di regione, Genova, con un rialzo pari al 21,9%, si attesta ai primi posti insieme a Milano, Torino e Bologna.

Se i volumi di compravendita mostrano tutti segni positivi, altrettanto uniformi sono i numeri percentuali che permangono ancora negativi sul versante delle quotazioni nei capoluoghi, che a Genova segnano un -4,1% rispetto al 2015. La Spezia scende del 2,4% e Imperia dell’1,3%: “tiene” solo Savona con un -0,6% .

Fuori dalle città, le quotazioni rilevate nel resto dei Comuni restituiscono un quadro leggermente più dinamico a Genova, dove si registra solo un -2%, a Imperia (-0,6) e Savona, dove le quotazioni extra cittadine crescono di +0,1%. Uniforme la discesa alla Spezia dove anche il resto della provincia evidenzia un -2,1% sostanzialmente uguale al capoluogo (-2,4%).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.