Bilancio 2016 approvato con un risultato positivo di 180 mila euro, esposizione finanziaria diminuita di 4,5 milioni, e nomina del nuovo consiglio di amministrazione. Così ieri mattina l’assemblea dei soci della Riviera Trasporti spa ha ufficializzato la nomina di Riccardo Giordano alla presidenza dell’azienda di trasporto pubblico. Con lui entrano anche i consiglieri Andrea Piana e Paola Castelli. I nuovi membri del consiglio prendono il posto dell’ex presidente Gianfranco Benzo e dei consiglieri Gian Carlo Ghinamo e Roberto Barla, nominati nel 2014 dalla giunta provinciale di centrodestra di Luigi Sappa. Riccardo Giordano (Pd) è funzionario della Confederazione italiana agricoltori di Imperia ed è stato presidente di Ucflor Mercato dei fiori di Sanremo, oltreché sindaco di Pietrabruna.

«Il consiglio di amministrazione – precisa la Provincia di Imperia in una nota – oggi scaduto per decorso triennio di mandato, era subentrato alla guida della società che aveva appena chiuso il bilancio 2013 con una perdita di 3,9 milioni».

Ma la scelta del cda a tre non è piaciuta al socio sanremese che, a fronte delle difficoltà vissute negli ultimi anni dall’azienda, avrebbe preferito un management più snello.

La società, interamente pubblica (84,44% Provincia, 15,442% Sanremo e il restante 0,018% tra i comuni Camporosso, Dolcedo, Imperia, Ospedaletti, Taggia, Vallecrosia e la ex Comunità Montana dell’Olivo e Alta Valle Arroscia) ha come azionista di maggioranza la Provincia, che attraverso il Presidente Fabio Natta commenta: «Ringrazio il cda uscente per il buon operato con cui ha affrontato le difficili problematiche di una società che presenta ancora gravi criticità. Io personalmente e tutti i soci ringraziamo ancora il cda uscente per l’impegno profuso e l’alta professionalità dimostrata. Le nuove nomine, avvenute all’unanimità dei soci presenti, rispondono all’esigenza di garantire al vertice della Rt un elevato livello giuridico-contabile, fondamentale per l’esercizio di questa società. L’esperienza amministrativa e direttiva di Riccardo Giordano garantisce una guida in grado di affrontare le numerose e difficili sfide che attendono la Rt. La nomina di Andrea Piana, figura che ben conosce la realtà aziendale che aveva guidato nel recente passato, assicura quell’indispensabile continuità fortemente opportuna in questo momento. Al nuovo Cda vanno i migliori auguri di buon lavoro».

Tra i nodi da sciogliere per Rt c’è quello del parco mezzi vecchiotto e di una filovia da rilanciare o da mandare in pensione, o ancora la vendita e valorizzazione della rimessa sanremese. Il tutto in un quadro finanziario caratterizzato da una situazione debitoria forte ma in risanamento: l’ultimo bilancio evidenzia una riduzione dei debiti di 4,5 milioni rispetto all’esercizio 2015, che porta l’esposizione a 29,293 milioni dai 33,742 del 2015, più 2,7 milioni verso la collegata Rt Linea (Gruppo Arriva). L’utile è stato raggiunto anche con cure dimagranti (31 dipendenti in meno, contrattazione integrativa ancora non erogata ai “ribelli” contrari all’accordo sindacale). L’azienda potrebbe anche essere costretta a modificare il proprio assetto in vista del bando per il trasporto pubblico locale del 2018.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.