L’impianto sportivo del tennis con bar pizzeria e lo stadio di calcio G. Ellena di Loano (con bar, pizzeria e palestra) sono in fase di affidamento.

I due bandi sono stati pubblicati dalla Stazione Unica Appaltante della Regione Liguria (Suar), per conto del Comune di Loano.

Il tennis: cinque campi con fondo in terra, due campi con fondo in erba sintetica polivalente per tennis e calcetto, un muro di allenamento, coperture pressostatiche, parcheggio, un locale che ospita il bar-ristorante, gli spogliatoi, i servizi igienici, la segreteria e il deposito. Presenti una cabina elettrica in muratura e sette impianti di illuminazione per l’attività notturna.

La scadenza è fissata al 6 giugno entro le 12. Possono partecipare alle due gare le società o associazioni sportive dilettantistiche, enti di promozione e propaganda sportiva, discipline sportive associate, federazioni sportive nazionali.

Le società e le associazioni sportive dilettantistiche dovranno risultare iscritte alla data di pubblicazione del bando al registro nazionale delle associazioni sportive del Coni.

“Le attività – si legge nel bando – dovranno perseguire obiettivi di benessere psico-fisico dei cittadini e di coesione sociale, facendo dello sport uno strumento di prevenzione nei confronti dell’emarginazione e della dispersione scolastica”.

Lo stadio ha un campo di calcio con manto erboso (107 x 65 mt), due campi di calcetto in erba sintetica (un campo a 7 e un campo a 5), un campo di calcio in terra battuta (80×45), il blocco spogliatoio del campo principale con annesso bar pizzeria, il blocco spogliatoio del campo dove si svolgono le attività giovanili e l’annessa palestra. L’impianto, che ha una agibilità di 1009 persone, possiede anche gli impianti per l’illuminazione notturna, la tribuna per il pubblico coperta, la tribuna dedicata agli ospiti e una palestra.

Entro il 31 luglio di ogni anno i vincitori dei bandi dovranno comunicato al Comune di Loano il programma della stagione agonistica dell’anno successivo, gli orari di apertura degli impianti e gli orari riservati al pubblico, articolati in modo da garantire il servizio per la libera utenza e la migliore fruizione.

L’affidamento dei due distinti impianti sportivi sarà per un periodo di tre anni con possibilità di rinnovo per altri due anni. Nel caso di un piano di investimenti migliorativi superiore a 50 mila euro, in caso di aggiudicazione il Comune amplierà la durata delle concessioni per un massimo di 10 anni e un massimo di 15 anni a fronte di un piano di investimenti fra i 50 mila e i 150 mila euro. Per la valutazione dell’ampliamento della durata, l’ufficio tecnico prenderà in esame il piano di ammortamento dell’investimento.

Qui il link per il tennis.

Qui il link per lo stadio.

 

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.