Le Borse europee non hanno risentito dell’attentato di Manchester e hanno chiuso positive, tranne Londra. L’attenzione degli operatori, nel giorno dell’Ecofin, si è diretta sui dati positivi riguardanti l’attività manifatturiera nell’ Europa dell’euro e in particolare sul’indice tedesco Ifo sulla fiducia delle imprese. Così, mentre a Londra l’Ftse 100 cede lo 0,15% a 7.485 punti, Parigi guadagna lo 0,47% con l’indice Cac 40 a 5.348 punti, a Francoforte l’indice Dax guadagna lo 0,31% portandosi a 12.659 punti e Milano termina con Ftse Italia All-Share a 23.638,73 (+0,45%) e Ftse Mib a 21.415,74 (+0,46%).

Piazza Affari è stata spinta spinta al rialzo da Banco Bpm (+5,9%), maglia rosa dell’Ftse Mib grazie a un report di Barclays che l’ha promossa a overweight e la vede sottovalutata rispetto ad altre banche italiane. Acquisti anche su Prysmian (+2,5%) e Italgas (+1,8%) che a fine mese presenterà il nuovo piano industriale.

Lo spread Btp-Bund si restringe a quota 170 punti base.

Il petrolio risale dello 0,3% con il Wti a 51,3 dollari al barile.

Per quanto riguarda i cambi, la moneta unica è stabile e passa di mano a 1,123 dollari (1,1231 ieri sera) e 124,8 yen (124,79), quando il dollaro vale 111,14 yen (111,13).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.