Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti e l’assessore al Commercio Edoardo Rixi hanno risposto al grido di dolore dei tabaccai e domani, domenica 12,  interverranno in Fiera, al convegno Fit (Federazione italiana tabaccai), in cui si discuterà delle cosiddette “macchinette mangiasoldi”. Il convegno inizierà alle 15 e si terrà a porte chiuse.

Gli esercenti delle tabaccherie sono preoccupati per il riordino governativo del settore dei giochi e per la legge regionale che entrerà in vigore l’1 maggio. Il provvedimento del Governo era previsto nella legge di stabilità del 2016 e potrebbe concretizzarsi in un decreto legislativo entro il 30 aprile.

L’1 maggio, d’altra parte, termina la deroga di cinque anni stabilita nel 2012 per permettere ai Comuni di adottare regolamenti conformi ai limiti, severi, stabiliti dalla legge a suo tempo votata a larga maggioranza dal  consiglio regionale.

I tabaccai temono di essere penalizzati dalla diversità tra la normativa locale e quella nazionale, che lascerebbe più spazio alle grandi sale da gioco, prospettano la perdita di migliaia di posti di lavoro e chiedono almeno una modifica della legge regionale.

Gli amministratori regionali, nonostante i proclami contro la ludopatia, non possono accettare a cuor leggero un calo occupazionale in una regione colpita per anni duramente dalla crisi. È possibile che si arrivi a una moratoria.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.