Marco Bucci, Ilaria Cavo, Claudio Andrea Gemme: dovrebbe essere uno di questi tre genovesi il candidato sindaco del centrodestra nel capoluogo ligure, e la candidatura più accreditata resta quella di Bucci. «La rosa più probabile è questa – ha detto in mattinata il governatore Giovanni Toti parlando con i giornalisti – si tratta di tre persone degnissime, di tre ottimi candidati, a me vanno bene tutti e tre, ma la decisione ultima mi sembra giusto tocchi ai nostri alleati, noi di Forza Italia abbiamo già la presidenza della Regione».

Ilaria Cavo, classe 1973, giornalista di Mediaset in aspettativa (dal 2006 ha lavorato, come inviata e opinionista, alle trasmissioni Quarto Grado, Matrix, Mattino 5), entrata in consiglio regionale nel listino del presidente si è dimessa da consigliere ed è stata nominata assessore alla Cultura e allo Sport della giunta Toti. Molto attiva e stimata come assessore, rispetto agli altri due potenziali candidati è più conosciuta dal grande pubblico. Ed è giovane e donna, due caratteristiche che oggi effettivamente accrescono l’appeal elettorale di un politico. Rispetto a Bucci e Gemme ha senza dubbio minore esperienza manageriale.

L’esperienza, ad altissimo livello, non manca certo a Claudio Andrea Gemme, nato nel 1948, top manager di Fincantieri, e a Marco Bucci, classe 1959, dal settembre 2015 amministratore unico di Liguria Digitale, rientrato a Genova dopo una carriera internazionale. Bucci sta dando buona prova in una realtà difficile come Liguria Digitale, il che fa sperare che possa affrontare con successo realtà tragiche come Amt e Amiu.

Soprattutto Bucci ha il vantaggio di essere stato indicato da Edoardo Rixi, segretario del maggior partito della coalizione, la Lega Nord. E poiché Toti ha detto chiaramente che accetterà volentieri la scelta dei suoi alleati, se Fdi o Area popolare non dichiareranno guerra al manager di Liguria digitale – eventualità improbabile – sarà Bucci il candidato. La sua nomina era data per certa giorni fa: Salvini, a Genova, scherzando, aveva chiesto a Rixi e Toti di scegliere il candidato per il 9 marzo giorno del suo compleanno, e il 9 marzo Salvini, Rixi e Toti si erano incontrati a Roma. Ci si aspettava un annuncio ufficiale, che poi non è venuto. Ma secondo gli insider del centrodestra Bucci resta in pole position e l’ufficializzazione non dovrebbe tardare. Anche se la politica, a Genova come altrove, può sempre regalare delle sorprese.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.