Chiusura mista per le Borse europee, influenzate da Wall Street, che ha aperto poco mossa, in attesa dell’intervento di Janet Yellen a Chicago.

Milano è la migliore, con il Ftse Mib a +1,15% a quota  19.664,45 punti (Ftse All Share a +1,02%).

Londra cede lo 0,11%, Francoforte lo 0,27%, mentre Parigi segna +0,63%.

A Piazza Affari è stata una giornata positiva sia per gli energetici, sia per i finanziari (Carige, fuori dal Ftse Mib, segna però un -5%), viste le conferme positive sui dati del Pil 2016.

In luce Unicredit (+3,70%) in scia ai risultati sull’aumento di capitale. Ubi Banca addirittura +4,93%, Banco Bpm +2,37%, Mediobanca +2,80%, Intesa Sanpaolo +2,01%. Buone notizie anche per Bper (+4,49%) dopo l’acquisizione di Carife, l’ultima delle quattro “good bank” che non aveva ancora concluso.

Acquisti anche sugli assicurativi, a partire da Unipol (+2,39%) e Unipolsai (2,17%). Generali +1,75%.

Il petrolio ha aperto in rialzo a New York, le quotazioni salgono dello 0,13% a 52,68 dollari al barile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.