Avvio debole sulle principali piazze europee che risentono della terza chiusura consecutiva al ribasso di Wall Street e restano in attesa delle indicazioni del consiglio direttivo della Bce, che si riunirà oggi: la maggior parte degli esperti si aspettano la conferma delle misure di politica monetaria, ma potrebbe essere presa in considerazione anche una rimodulazione di manovra.

Piazza Affari lascia per strada lo 0,5%, Francoforte lo 0,37%. Parigi cede lo 0,21%.

A Milano i titoli che aprono con il maggior ribasso sono Tenaris (-2,57%), Eni (-1,7%) e Telecom (-0,9%), che risente ancora del futuro ingresso nel settore della telefonia mobile di Iliad e della forte concorrenza che ne deriverà.

Bene Parmalat che apre a +5,2%, allineandosi al prezzo dell’Opa della francese Sofil da 2,8 a 3 euro.

I cambi: l’euro è scambiato a 1,0533 dollari (ieri a 1,0546) e a 120,65 yen (120,92). Il petrolio sale: il future di maggio sul Wti guadagna lo 0,67% per attestarsi sui 51,17 dollari al barile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.