Oltre 8 milioni di visualizzazioni in un giorno di pubblicazione su Facebook (e mentre state leggendo è cresciuto ancora). L’associazione Paradase di Chiappari, frazione di Ronco Scrivia (ma la strada di accesso alla località parte dal centro di Busalla), ha conquistato tutto il mondo (a giudicare dalle lingue di chi commenta) con un video (che vi mostriamo in fondo all’articolo), diventato virale. Il filmato mostra l’intelligenza dell’asino nell’affrontare un ostacolo, con uno dei quattro protagonisti che adotta un metodo “smart” ed efficace. «L’asino – racconta da sempre Giacomo Mantero, il presidente dell’associazione e proprietario degli animali – è riflessivo quando si trova di fronte a qualcosa che non conosce o a un problema. Questa sua pacatezza nell’affrontare ciò che non conosce, l’uomo l’ha sempre scambiata per cocciutaggine, ma non è così».

La onlus, che promuove la riscoperta e la valorizzazione dell’asino nel contesto più generale della riscoperta della natura, della vita all’aria aperta e delle vecchie tradizioni rurali, attiva dal 2008, ha moltiplicato anche i “mi piace” sulla pagina: da mille è giunta rapidamente a quota 20 mila.

Paradase non è nuova a “imprese” particolari, visto che lo scorso settembre è stata protagonista delle riprese di una trasmissione tv di un’importante rete televisiva statunitense dedicata ai viaggi, che andrà in onda nei primi mesi di quest’anno con una puntata speciale su Genova e dintorni.

Il nome dell’associazione è un nome composto che nasce mettendo insieme Paradiso con asino che, nel dialetto genovese, si pronuncia ase. L’idea di questo nome è venuta guardando gli asini pascolare nel silenzio delle colline: «La serenità e la gioia che trasmettevano ci hanno fatto pensare: se un paradiso esiste deve essere così!».

Le attività dell’associazione vanno da uscite giornaliere con passeggiate di 10-12 km abbinate a un tema sviluppato da un ospite-relatore nel corso della camminata, a trekking di più giorni consecutivi, tra cui un percorso che diventerà la prima “onovia” segnata della Liguria e chiamato “Cammini resistenti”, perché sviluppato sui sentieri legati alla storia partigiana. Durante queste passeggiate gli asini si conducono con la longhina, non si cavalcano.

Inoltre Paradase è attiva anche sul fronte più legato al sociale: attività con bambini autistici e il progetto educativo “Ragliando si impara!” sui temi della sostenibilità partendo dalla conoscenza dell’asino. Hanno aderito tutte le classi della scuola dell’infanzia e della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo di Ronco Scrivia, Isola del Cantone e Vobbia (per un totale di oltre 300 bambini).

La partecipazione a tutte le attività di Paradase è a titolo gratuito (sono accettate oblazioni libere) e a numero chiuso, è pertanto sempre richiesta la prenotazione.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.