Niente più mezzi pesanti da lungobisagno Dalmazia e accesso in entrata e in uscita da piazzale Bligny. Sono le ultime misure di mobilità per il nuovo mercato del pesce a Cà de Pitta.

L’assessore allo sviluppo economico Emanuele Piazza e il direttore generale del Comune di Genova Franco Giampaoletti, le hanno illustrate questa mattina a una rappresentanza degli operatori del mercato ittico all’ingrosso (grossisti e dettaglianti).

All’interno del compendio non potranno circolare autoarticolati e autotreni e la manovra di accosto di tali mezzi alla bocca di carico posta sul lato del piazzale del mercato, sarà consentita esclusivamente tramite l’accesso di piazzale Bligny.

L’intenzione è di rendere più agevole l’accesso e la sosta degli altri veicoli.

Le altre disposizioni sono l’istituzione all’interno della struttura del limite massimo di velocità di dieci km/orari e l’istituzione di un settore di sosta riservato alle persone portatrici di handicap.

Nel corso dell’incontro è stato anche fatto il punto sul numero dei parcheggi. All’interno dell’area riservata al mercato ittico l’Amministrazione comunale ha elevato a 80 gli stalli per i dettaglianti. Il Comune ne ha previsti altri 20 nelle aree attigue e sta adoperandosi per metterne a disposizione ulteriori 60 nell’area dell’ex canile. Gli spazi del nuovo mercato – sottolinea una nota del Comune – consente soluzioni operative e logistiche impensabili nella vecchia struttura di piazza Cavour.

Ulteriori ipotesi operative da parte dei grossisti e dettaglianti saranno discusse in un nuovo incontro per giovedì 2 febbraio.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.