Il Comune di Genova interverrà per mettere in sicurezza il cantiere privato in via Tanini, nel quale un consistente smottamento provocò nel 2011 lo sgombero di un palazzo al civico 1/1a di via Bocciardo. Gli abitanti dei palazzo evacuato – tuttora inagibile – si erano rivolti all’autorità giudiziaria per ottenere in via d’urgenza la messa in sicurezza dell’area e il risarcimento dei danni da parte della proprietà e dell’impresa titolare del cantiere. Le opere necessarie non sono state eseguite.

Dal canto suo il Comune ha costantemente monitorato l’edificio e il fronte franoso avvalendosi anche della collaborazione del Dipartimento di ingegneria dell’Università di Genova. Gli accertamenti tecnici compiuti sull’area e sul cantiere, oggi in abbandono, hanno messo in evidenza una “progressione” delle condizioni di instabilità che potrebbe comportare rischi, in particolare sulla viabilità. Poiché l’impresa non ha ottemperato all’ordinanza del sindaco che obbligava all’esecuzione dei lavori di messa in sicurezza, la Giunta comunale – su proposta dell’assessore ai lavori pubblici, Giovanni Crivello – ha approvato oggi il progetto esecutivo per la stabilizzazione definitiva del cantiere.

Il progetto è propedeutico a un successivo provvedimento per l’approvazione delle opere e l’affidamento delle stesse.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.