Attraverso il Consorzio Liguria Produce, nato nel 1987 e operante nel settore della nautica da diporto e della costruzione navale, quattro aziende liguri all’avanguardia nello scouting di nuovi mercati emergenti sono sbarcate alla fiera Iranimex, che si è svolta a Kish Island, in Iran, dal 18 al 21 ottobre scorso. Si tratta di Canepa & Campi e Veleria San Giorgio, che si occupano di dotazioni di bordo equipaggiamento e dispositivi di sicurezza, F.lli  Razeto & Casareto, per quanto riguarda accessoristica nautica e navale, e Permare, cantiere produttore di scafi da diporto a motore con marchio Amer.

La fiera (alla prima edizione dopo l’embargo economico iniziato nel 1979), si è svolta nel centro fieristico dell’isola di Kish, considerata free zone per lo Stato Iraniano (per accedervi non sono necessari visti d’ingresso): non solo una località di attrazione turistica, ma anche importante porto d’ingresso per le attività iraniane di importazione. Ben 260 espositori iraniani presenti, oltre a 110 società di provenienza internazionale: di queste, il 10% era costituito da aziende italiane.

E proprio tra le aziende italiane, grande successo per lo stand che ha raccolto le quattro realtà liguri presenti: moltissime le visite ricevute e l’interesse mostrato nel corso della tre giorni, ma non solo: con la firma di due memorandum d’intesa, è stato sancito l’inizio di una collaborazione commerciale tra l’azienda locale Fiber Kish Sanat e F.lli Razeto e Casareto e Permare per distinti progetti di sviluppo.

La cerimonia inaugurale di Iranimex si è svolta alla presenza del segretario del Consiglio supremo di sicurezza Nazionale Ali Shamkhani e il comandante in capo della Marina Iraniana, Habibollah Sayyari.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.