Marco Bisagno è quasi sarcastico quando gli si chiede, a margine del convegno “Infrastrutture e competitività territoriale” organizzato da Confindustria Genova, se all’appello di fare presto a prendere una decisione sull’area delle riparazioni navali (qui tutto l’antefatto) abbia risposto qualcuno delle istituzioni. «Pensavo avessero risposto a voi – dice ai microfoni di Liguria Business Journal – perché con noi non si è fatto vivo nessuno. La città può fare quello che vuole, intanto noi ci stiamo già muovendo per portare altrove la nostra attività».

Un commento amaro anche sulla questione sollevata dal Movimento Cinque Stelle in consiglio regionale sul presunto inquinamento provocato dal settore delle riparazioni: «I nostri lavoratori vengono quindi considerati cittadini di serie B? Sacrificabili?». In una città in cui il lavoro sembra essere ormai una chimera sarebbe un ulteriore colpo.

1 COMMENTO

  1. Coloro che auspicano l’allontanamento delle Riparazioni Navali dall’area attuale sono degli irresponsabili.
    Essi non tengono conto che, in tutta la Liguria, non vi è alcuna area lontana cinque chilometri da un centro abitato ove delocalizzare.
    Se esiste un problema reale d’ inquinamento atmosferico per le Riparazioni, esso si pone anche per il Cantiere di Sestri Ponente, come per quelli di Riva Trigoso e della Spezia. Non esistono cittadini di serie A e di serie B.
    Immagino che coloro che si ritengono di serie A siano gli stessi che si opposero alla costruzione del “Padiglione Blu”, alla Fiera perché impediva loro la vista del mare.
    Dove propongono di spostare queste attività che rappresentano la quasi totalità della struttura industriale della Regione ? e con quali mezzi finanziari ?
    Speriamo che la città e le Istituzioni reagiscano energicamente contro questo nuovo attacco ma soprattutto prontamente, prima che gli Industriali delle Riparazioni decidano di delocalizzare, non a 5 chilometri dal centro abitato ma a 500, a Marsiglia.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.