Chiudono in negativo le Borse europee, fa eccezione Londra

Chiudono in negativo le Borse europee, fa eccezione Londra

Chiudono in negativo le Borse europee, rese insicure dal calo della sterlina e dalla notizia che in Usa a settembre sono stati creati meno posti di lavoro di quanto fosse atteso. Francoforte ha ceduto lo 0,7%, Parigi lo 0,6%, Milano registra Ftse Mib a 16.405,27 (-0,52%) e Ftse Italia All-Share a 18.028,67 (-0,56%). Soltanto Londra è positiva, con +0,6%.

PiazzaAffari dopo le incertezze della prima parte della giornata si è indirizzata verso

il ribasso nella seconda metà, soprattutto dopo le prime fasi negative di Wall Street che ha accusato i dati deludenti relativi al mercato del lavoro Usa

Negativi, con il calo delle quotazioni del greggio, i titoli del comparto energetico con Enel a -1,46%, Saipem -1,57%, A2a -0,73%; in controtendenza Eni (+0,15%).

Nel lusso, Ferragamo ha perso l’1,92%, Luxottica, in seguito a un report negativo, ha chiuso con un -0,78%.

Tra i finanziari, Mediobanca registra -0,08%, Unicredit -0,84%, Intesa Sanpaolo -0,30%, Generali -0,62%. In controtendenza, in vista delle assemblee sulla loro fusione, Bpm e Banco Popolare, in rialzo rispettivamente dello 0,08% e dello 0,27%% per cento. In crescita Banca Carige, con +0,85 . Mps ha guadagnato l’1,25% chiudendo a quota 0,17 euro per azione dopo i nuovi minimi storici toccati alla vigilia.

Per quanto riguarda gli industriali Fiat Chrysler segna -0,17%, Brembo -0,09%, Leonardo-Finmeccanica -0,30%, Telecom Italia -0,41.

I dati sul mercato del lavoro Usa hanno frenato il dollaro: l’euro/dollaro sul finale segna 1,1151 (da 1,1165), dopo aver sfiorato 1,12. Il rapporto sterlina/dollaro si attesta a 1,2404 (da 1,2614) e l’euro/sterlina a 0,8988 da 0,8842)

Petrolio in calo dello 0,15% a New York a 50,36 dollari al barile.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here