Borse europee in rialzo nonostante le incertezze sulla politica Fed

Borse europee in rialzo nonostante le incertezze sulla politica Fed

Chiudono in rialzo le borse europee, con l’indice Euro Stoxx a +0,50%, dopo due sedute al ribasso e all’indomani  della pubblicazione dei verbali relativi all’ultima riunione della Federal Reserve che non ha dissipato i dubbi sulle prossime mosse della banca centrale Usa. Si attende il discorso ufficiale del governatore della Fed Janet Yellen previsto per venerdì 26 agosto. Francoforte segna + 0,62% a 10.603 punti, Parigi +0,44% a 4.437 punti, Londra +0,14% a 6.868 punti. I settori che hanno fatto registrare un andamento positivo sono quelli dell’industria (+1,20%), dell’energia (+0,91%) e dei materiali (+0,89%).

Milano chiude con Ftse Mib a16.673,58 (+0,8%) e Ftse Italia All-Share a 18.312,13 (+0,82%).

Tra le blue chip in evidenza energetici (Enel +0,10%, Eni +1,25%, Saipem +0,90%, Snam +0,68%) e industriali ( Fiat Chrysler a +0,42%, CnhI +2,66%, Ferrari +0,21%, Finmeccanica +1,90%).

Telecom Italia ha chiuso a 0,8090 euro per azione (+0,43%), Mediaset è salita del 4,94% in seguito alle indiscrezioni circa l’arrivo di una nuova proposta di Vivendi per Premium.

Contrastati i finanziari: Unicredit +0,29%, Mps -2%, Mediobanca -0,40%, Intesa Sanpaolo +0,80%, Banco Popolare -0,18%, Generali +0,26%, Banca Carige -0,64%.

Nel lusso, Luxottica ha guadagnato il 2,18%. Bene anche Rcs (+2,22%) spinta dalle aspettative della nuova gestione Cairo (-0,30%).

Sul mercato dei cambi, il dollaro scambia a 1,1334 per un euro (1,1287 ieri in chiusura) e a 100,10 yen (100,28). Euro in limitato apprezzamento sullo yen a 113,45 da 113,19. La sterlina passa di mano a 0,8617 per un euro (0,8658) e vale 1,3156 dollari (1,3038).

Il è greggio salito ai massimi da inizio luglio (Wti +2,5% oltre i 48 dollari e Brent +1,4% sopra i 50 dollari al barile). In coda al listino principale i titoli bancari, con Mps in calo del 2%.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here