La registrazione delle aritmie cardiache viene tradizionalmente fatta con l’applicazione di un Ecg Holter, un apparecchio che registra in continuo una traccia elettrocardiografica per 24 ore. Purtroppo molto spesso succede che durante la registrazione il paziente non ha aritmie e l’esame non risulta quindi diagnostico, comportando un dispendio di lavoro e di apparecchiature, che inevitabilmente determinano poi lunghi tempi di attesa per gli esami.

L’avvento di nuove tecnologie può cambiare l’approccio diagnostico per alcuni tipi di aritmie cardiache, con una ricaduta favorevole in termini diagnostici e di tempi di attesa per eseguire un Holter tradizionale. Da qualche anno sono in commercio delle card universali che permettono di trasformare il cellulare in un elettrocardiografo in grado di registrare una sola traccia elettrocardiografica con il contatto delle mani e successivamente inviarla via mail a un indirizzo desiderato. Questa tecnologia può essere utilizzata dal paziente in ogni momento, in particolare alla comparsa di una aritmia.

«Oggi, grazie alla gentile donazione di Fiorenza Giorgi, giudice del Tribunale di Savona, sono state acquistate 10 card per smartphone e il progetto cardioritmo web è finalmente una realtà.» commenta Paolo Bellotti, direttore del Dipartimento Emergenza dell’Asl 2 savonese e della S.C. Cardiologia e Unità Coronarica dell’Ospedale S. Paolo.

Le card registratori potranno essere date per un periodo lungo a pazienti selezionati (pazienti più giovani e persone in grado di gestire uno smartphone, sia iOS che Android) per registrare le aritmie per le quali prima si sarebbe dovuto applicare un Holter. Al ritiro della card si dovrà versare una cauzione che verrà poi interamente restituita quando il dispositivo verrà riconsegnato. Le registrazioni effettuate in corso di aritmia potranno essere inviata all’indirizzo mail della nostra cardiologia: cardioritmoweb.sv@asl2.liguria.it e ogni settimana le mail-ECG pervenute verranno lette e contattato il paziente in caso di necessità.

«Cardioritmo web potenzierà l’ambulatorio di aritmologia della cardiologia di Savona e certamente aiuterà i pazienti e i medici a formulare una corretta diagnosi e una conseguente giusta terapia», conclude Bellotti.

Nell’ultimo anno la struttura di Cardiologia dell’ospedale San Paolo ha effettuato 62.564 esami ambulatoriali e i ricoveri sono stati 1.275. Per quello che riguarda l’emodinamica, si contano 846 coronarografie e 476 angioplastiche. L’aritmologia, aperta ad agosto 2014, ha effettuato 1.500 ecg holter, oltre mille controlli ambulatoriali di pace maker, 300 visite e 239 impianti di pace maker. 111 studi elettrofisiologici e 159 tilting test.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.