Una mappa aggiornata dei punti wifi disponibili a Genova. L’ha presentata l’associazione Open Genova al Mercato del Carmine nell’ambito della Smart Week. La mappa è fruibile su web, tablet e smartphone ed è il risultato di un lavoro comune con i commercianti di Ascom e Confesercenti che offrono il wifi ai propri clienti, inoltre anche il Comune di Genova ha fornito i dati dei propri hot spot.

Si tratta di un work in progress che può essere arricchita man mano che se ne aggiungono altri. Per i commercianti basta compilare il modulo online. L’email per altre informazioni è ogwifi@opengenova.org.

Attivando la geolocalizzazione sul proprio smartphone sarà possibile individuare bar, ristoranti, hotel, hot spot pubblici più vicini.
Il servizio fornito gratuitamente da Open Genova ed è raggiungibile cliccando qui.

La serata è stata anche un’occasione di confronto sulle politiche turistiche cittadine: «Genova si è attrezzata e utilizza i social network e il web come forte strumento di comunicazione e promozione – dice l’assessore comunale al Turismo Carla Sibilla – monitorando anche le innumerevoli informazioni che ci arrivano attraverso il social network. Come Comune abbiamo posizionato la città come d’arte, di cultura, di ambiente, il “sentiment” è in ascesa e la nostra reputazione è passata da 4 a 6.9».

Il “social media team” formato da commercianti e istituzioni ha quindi lavorato in modo efficace, ma Sibilla guarda già avanti: «Ci stiamo ponendo una serie di altre problematiche: come stimolare i crocieristi a lasciare un messaggio positivo sulla città, ma nello stesso tempo stiamo pensando a come parlare agli inglesi o a russi dal loro punto di vista, ma anche attraverso i social network che privilegiano».

«Come Municipio possiamo fare un lavoro di relazione – dice Maria Carla Italia, assessore al turismo del Municipio Centro Est – il wifi è importante per la rapidità e l’immediatezza che offre, un commento lo scriviamo subito e non tra una settimana».

Proprio per stimolare i commercianti a investire sul wifi è stata approvata la proposta del consigliere comunale Giampaolo Malatesta per lo sconto per un anno del costo di un metro quadro sull’occupazione suolo a chi installa il servizio.

Inoltre l’associazione Open Genova sta lottando per installare il wifi alla Lanterna. L’obiettivo da raggiungere per realizzare il sogno di Lanterna 2.0 è di 5.000 euro. Le donazioni si raccolgono a questo link.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.