La logica della condivisione (sharing) entra (o ritorna?) nelle pratiche dell’economia e nelle relazioni sociali. L’iperconnettività garantita dalle nuove tecnologie digitali, dalle reti mobili e dai social network abilita nuove modalità di produzione e consumo, di tipo collaborativo.

La cosiddetta sharing economy investe campi anche molto diversi tra loro: dai trasporti (BlaBlaCar, Miler) al turismo (AirBnB, Holaboat), dal coworking (Condiviso) al finanziamento della produzione culturale (crowdfunding) a molti altri.

Non stupisce, dunque, che l’esposizione mediatica del fenomeno sia enorme, e che sia piuttosto frequente imbattersi in qualche eccesso di retorica o facili approssimazioni. Grazie al contributo di studiosi e operatori, al dipartimento di Economia dell’Università di Genova in via Vivaldi (sala delle lauree), il 9 maggio si svolge un seminario per dare le prime coordinate di analisi della sharing economy, a comprenderne le reali proporzioni e la possibile evoluzione futura e le dinamiche fondamentali di cambiamento che vi si connettono.

Ecco il programma: dopo la registrazione dei partecipanti alle 9 e l’introduzione alle 9.30 di Luca Beltrametti (Diec, Università di Genova), Alessandro Frega (Legacoop) e Lorenzo Novaro (Generazioni), l’intervento di Ivana Pais (Università Cattolica) sulla sharing economy tra economia e società. Segue “Dalla sharing economy all’economia collaborativa” con Walter Dondi (Fondazione Unipolis) e Giulia Satriale (Social Seed).

Dopo il coffee break delle 11 si ricomincia alle 11.20 con la tavola rotonda moderata da Angelo Gasparre (Diec, Università di Genova), che vede protagonisti anche gli stessi siti e app legati alla sharing economy: Francesco Ardito, Last minute sotto casa; Andrea Bernardoni, Legacoopsociali; Silvia Conti, BlaBlaCar; Sara Di Paolo, Condiviso; Ivana Pais, Università Cattolica; Serena Peana, Holaboat; Giada Sanò, Miler; Giulia Satriale, Social Seed. Chiusura con dibattito. Media Partner: Opengenova.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.