Il consiglio regionale ligure si impegna a trovare una soluzione per Tirreno Power, la centrale energetica di Vado Ligure (Savona) dove la magistratura ha sequestrato i gruppi a carbone. L’assemblea ha approvato all’unanimità un ordine del giorno, sottoscritto da tutti gruppi, sulla situazione della Tirreno Power. Il documento impegna la giunta a promuove la creazione di un tavolo di lavoro a cui parteciperanno il Governo, la Regione, gli enti locali, l’azienda e le parti sociali per definire e individuare un percorso che porti alla risoluzione della vertenza.

L’ordine del giorno chiede alla giunta di fissare un incontro urgente con il Governo per individuare le modalità con cui gestire il percorso di uscita dal carbone a tutela dell’ambiente e della salute di cittadini e lavoratori, come previsto dagli accordi di Parigi. Il documento, infine, impegna la giunta a programmare subito percorsi di formazione per acquisire competenze e professionalità nel campo delle energie rinnovabili. La giunta regionale, inoltre, dovrà tenere informati i cittadini, le competenti commissioni consiliari e le associazioni sugli sviluppi del percorso.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.