Gli scenari operativi delle marine militari sono in continua evoluzione e le risorse messe a disposizione dai governi vanno utilizzate al massimo: la vita di una nave militare tende ad allungarsi, una nave giunta a fine carriera, anziché essere demolita può essere ammodernata per continuare nella propria missione oppure modificata e destinata a nuovi compiti, militari o civili. Il tema è stato discusso a Seafuture & Maritime Technologies 2016 in corso alla Spezia alla conferenza “Il futuro della logistica in suporto alle unità militari, il dual use, le opportunità di retrofit.

Secondo Eugenio Creso, della Divisione Elettronica per la Difesa Terrestre e Navale di Leonardo (il nuovo nome di Finmeccanica) «la continua evoluzione degli scenari operativi nei quali le marine militari di tutto il mondo si confrontano quotidianamente per affrontare le proprie missioni, siano esse di carattere umanitario o a scopo difensivo rappresentano una sfida che deve consentire il massimo efficientamento delle risorse in uso senza tralasciare la competitività in termini di avanguardia. In ambito navale, la necessità di sviluppare nuove tecnologie accompagna costantemente il processo di crescita e continua evoluzione, sia attraverso il rinnovamento delle flotte, come sancito dall’approvazione della Legge Navale per la Marina Militare italiana, sia attraverso l’ammodernamento di navi in servizio. Tale attività, nota come refitting/retrofitting – spiega Creso – oggi attraversa un periodo di forte rinvigorimento che, dovendo rispondere spesso a budget fortemente vincolati, riesce a fronteggiare efficacemente le stringenti necessità di innalzare i livelli di contrasto delle minacce attraverso l’ammodernamento di sistemi in uso».

«Leonardo – precisa Creso – presenta la propria expertise nel campo del refitting/retrofitting con un riferimento dedicato alle unità navali in mostra in Arsenale, per esempio Corvetta Classe Minerva, Cacciamine Classe Lerici, o comunque prossime alla dismissione come l’unità Classe Maestrale, proponendo un’ampia varietà di soluzioni in risposta al requisito del cliente. Dal refurbishment, o ricondizionamento “as it is”, al refitting e upgrade, che permette ai clienti di ottenere soluzioni di nuova generazione estremamente funzionali e in grado di essere supportate con una logistica integrata».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.