«Entro giugno, con apposita delibera, definiremo il numero delle breast unit sul territorio ligure. L’obiettivo è creare una rete di centri senologici il più possibile vicina al territorio e alle donne. Pertanto ho richiesto, nell’interpretazione dei requisiti richiesti dal ministero, la massima appropriatezza, qualità e risposta puntuale a questo bisogno sanitario per creare un’offerta omogenea nelle Asl liguri, con particolare riguardo al ruolo dell’Irccs San Martino nell’ambito della rete regionale». Lo annuncia la vicepresidente e assessore regionale alla Sanità, Sonia Viale, che ha incontrato i referenti delle Asl e aziende ospedaliere liguri per fare il punto sul percorso per l’individuazione delle Breast Unit, di cui, con delibera a novembre, la Regione Liguria ha definito i criteri.

«Siamo nei tempi tecnici stabiliti dall’Unione Europea – aggiunge Viale – nella creazione della rete dei centri di senologia che puntano a un approccio integrato e multidisciplinare della malattia con il supporto di un team di professionisti in strutture con adeguata esperienza specifica e dotazioni tecnico-strumentali appropriate. È molto importante la fase dello screening del carcinoma mammario e il percorso della presa a carico della paziente, che nel centro senologico trova un’assistenza multidisciplinare fase per fase, fino alla ricostruzione della mammella. Su questo punto è indispensabile l’apporto del mondo delle associazioni femminili che svolgono un ruolo fondamentale nella sensibilizzazione delle donne per la prevenzione».

Sabato prossimo, 30 aprile, alle 16 Viale parteciperà al convegno “Contro il tumore al seno – Insieme siamo più forti” in programma a Palazzo Rosso a Cengio, nel savonese, organizzato dall’associazione Cuore di Donna.

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.