È stata siglata oggi dalla giunta regionale della Liguria, su proposta dell’assessore alla Pianificazione Territoriale, Marco Scajola, un’intesa con Confindustria per effettuare una ricognizione sulle attività estrattive presenti in Liguria. L’obiettivo è quello di acquisire elementi sullo stato dell’arte delle cave in Liguria e sulle eventuali problematiche, per poi arrivare alla redazione di un nuovo Piano Territoriale delle attività estrattive.

«Si tratta di un’opera di ricognizione aggiornata − spiega l’assessore − che potrà servire per una pianificazione precisa e completa sullo stato dell’arte delle attività estrattive sul territorio. Grazie alla collaborazione tra l’Associazione Industriali e la Regione, potremo mettere a punto un quadro preciso di un settore fortemente colpito dalla crisi economica, ma che conta circa 65 imprese e può rappresentare un ambito di lavoro importante e dare vita, entro l’anno, all’elaborazione di un nuovo piano cave aggiornato».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.