Al via la modifica della macrostruttura del Comune di Andora, che avvia la riorganizzazione degli uffici anticipando di fatto l’assetto futuro della dirigenza degli enti locali tracciata dal Governo Renzi.

«Nell’ottica di un Comune con un’organizzazione moderna ed efficiente – spiega il sindaco di Andora Mauro Demichelis – intendiamo realizzare una modifica strutturale che porterà l’ente alla fine del mandato senza ulteriori sostanziali modifiche e in linea con la riforma nazionale che verrà approvata entro l’estate. Si chiude una fase operativa sperimentale, iniziata nel 2014, che ha evidenziato potenzialità ed opportunità nella distribuzione dei carichi di lavoro e delle responsabilità».

Dirigenti, funzionari e dipendenti ruoteranno, nella misura indicata dal Piano anticorruzione, assicurando efficienza e trasparenza dell’operato amministrativo. «Tutto questo – sottolinea Demichelis – senza nuovi e ulteriori costi di personale. Inoltre, sarà implementato l’utilizzo di strumenti informatici con i quali si inizierà l’automazione di alcuni processi burocratici. La nuova e moderna organizzazione, dove responsabilità e carichi di lavoro degli uffici sono stati distribuiti in maniera equilibrata, ci permetterà una migliore realizzazione degli obiettivi di mandato».

La giunta comunale, con la delibera n. 40 del 14 marzo 2016, ha approvato un atto di indirizzo che prevede l’ampliamento delle competenze attribuite al Segretario Comunale con la creazione dell’Area 1, che prederà in carico parte delle funzioni espletate dalle due Aree già esistenti, quella Amministrativa (che da alcuni mesi ha inglobato il settore autonomo della Ragioneria), e quella Tecnica che avrà in più l’importante settore di Ricerca dei fondi comunitari.

L’Area I viene attribuita al segretario comunale, in sintonia con quanto indicato dalla Legge 124/2015. Il Comune di Andora, applica così con anticipo la ratio espressa dalla Riforma Madia, che prevede la riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche con la creazione di un unico ruolo dei dirigenti locali in cui confluiranno anche i segretari comunali. Il segretario comunale, che già ora sovraintende allo svolgimento della funzioni dei dirigenti e ne coordina l’attività, avrà la piena responsabilità oltre che del settore già seguito degli Appalti e Contratti, anche degli uffici Segreteria, Personale, Informatica, Urbanistica, Edilizia Privata, SUAP e la Gestione amministrativa del Patrimonio.

La polizia locale acquista anche la responsabilità della Protezione civile e delle Notifiche e, con la nuova struttura, avrà due vicecomandanti.

Il responsabile della polizia municipale e della Protezione civile sarà sotto la guida diretta del sindaco. L’accorpamento della funzioni punta a garantire un efficace intervento coordinato in caso di calamità ed emergenze.

Con la nuova struttura il dirigente dell’Area II avrà la responsabilità degli Uffici Ragioneria, Economato, Tributi, Partecipate e Inventario. In quest’area rimangono gli uffici Turismo, Commercio, Sport, Cultura, Demografici, Biblioteca, Servizi Sociali, Protocollo e Scuola.

Il dirigente dell’Area III coordinerà gli uffici Lavori pubblici, Servizi Tecnologici, Ambiente e Demanio, la Gestione tecnico manutentiva del patrimonio, Contributi e Fondi Comunitari.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.