Sospensione del Piano della Sosta, agevolazioni per gli esercizi commerciali e per i diversamente abili. Queste alcune delle novità che interessano Porto Maurizio e che andranno in giunta comunale giovedì 18 febbraio. «Ci è sembrato giusto creare tre posteggi al Parasio, all’interno della Ztl in modo che chi ha difficoltà alla deambulazione non soltanto possa raggiungere il cuore del centro storico, ma possa anche sostare – dice il sindaco di Imperia Carlo Capacci».

Un’altra agevolazione riguarderà le funzioni religiose: prevista l’apertura del varco durante le funzioni di qualsiasi confessione svolta in luoghi di culto del Parasio. Chi accompagna persone con difficoltà alla deambulazione potrà così raggiungere l’edificio dove si celebra il rito, ma non potrà sostare. Chi invece si reca nei ristoranti all’interno della Ztl potrà transitare anche quando il varco e attivo ma non potrà sostare. È un’altra novità che giovedì andrà al vaglio della giunta e sarà operativa entro la fine del mese. Chi vuole andare a mangiare al Parasio, potrà accompagnare i commensali al Parasio e dopo posteggiare l’auto al di fuori della Ztl. Sarà il titolare dell’esercizio commerciale a comunicare via e-mail alla Polizia Municipale la targa del mezzo, che in questo modo non sarà multato.

«Sono novità che abbiamo introdotto per dare nuovo slancio alle attività commerciali del Parasio», spiega Capacci. Non è l’unica novità che interesserà gli esercizi commerciali: con l’imminente avvio dei lavori in via Cascione (il cantiere aprirà a giorni) scatteranno anche le agevolazioni previste dal regolamento sui tributi: esenzione per un anno della tassa per l’occupazione del suolo pubblico (Tosap) e riduzione del 50 percento sulla tassa rifiuti, per tutte le attività presenti nel perimetro del cantiere. Sempre in via Cascione, a breve, aprirà il mercato coperto totalmente restaurato e restituito alla città.  «Dovremo avviare una gara per affidare il piccolo punto ristoro presente all’interno. Metteremo paletti precisi perché sia un servizio alla città: chi se lo aggiudicherà dovrà fare da custode per la struttura e garantire l’apertura dei servizi igienici pubblici oltre a valorizzare il territorio e le sue risorse».

Altre novità sono in arrivo, sempre a Porto Maurizio, per quanto riguarda i servizi alle famiglie. «Le stringenti normative per la sicurezza ci impongono un necessario adeguamento del nido “Gli Scoiattoli”. Abbiamo già attivato gli uffici perché verifichino i lavori da fare e se la struttura sia ancora idonea. Purtroppo ci vorrà qualche mese per definire i dettagli. Intanto voglio tranquillizzare le famiglie che portano i propri figli agli Scoiattoli e i lavoratori: la struttura resterà aperta, al massimo saremo costretti – in ultima ipotesi – a limitare le presenze tra operatori e bimbi a 30 unità, ma il servizio resterà», assicura Capacci.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.