Fra gli obiettivi previsti per il 2016 l’amministrazione comunale di Sarzana ha inserito la sicurezza e la funzionalità delle scuole. E a poche ore dalla ripresa delle lezioni dopo la pausa natalizia l’assessore ai Lavori pubblici Massimo Baudone fa il punto sui lavori e gli investimenti effettuati.

«Da tempo abbiamo messo in atto verifiche continuative sulle strutture scolastiche del nostro territorio finalizzando l’utilizzo delle risorse agli interventi più urgenti e necessari», commenta l’assessore. In questi mesi sono stati realizzati accertamenti sismici in quattro plessi: Poggi-Carducci, San Lazzaro, Nave e Ghiaia di Falcinello. In attesa dei dati relativi alla struttura di Nave e alla Poggi-Carducci le valutazioni pervenute a oggi all’ufficio tecnico comunale sulle scuole di Ghiaia e San Lazzaro sono positive e forniscono indicazioni circa piccoli interventi di manutenzione programmata.

Particolare attenzione viene poi posta dall’amministrazione sui controlli sui solai per verificare l’eventuale rischio di caduta anche di piccoli frammenti di intonaco. Non a caso il Comune, che ha partecipato al bando del ministero della Pubblica Istruzione lo scorso novembre, ha ottenuto il finanziamento per realizzare alcune indagini diagnostiche sui solai delle elementari di Santa Caterina, materna di Sarzanello, asilo nido Tendola, materna Lalli e elementare Bradia: verifiche che verranno effettuate entro marzo 2016 e che successivamente verranno estese a tutte le scuole del territorio.

Per quanto riguarda il plesso di San Lazzaro, oltre agli accertamenti sismici appena effettuati, sono in corso interventi di “cerchiatura” nelle murature portanti del piano terra per un costo di 56 mila e 500 euro, di cui circa il 50% a carico della Regione.

Infine, per quando riguarda alcuni fenomeni di distacco dello strato superficiale di intonaco verificatisi nella scuola elementare di Bradia, «abbiamo ritenuto di intervenire con rilievi termografici per controllare lo stato della struttura. In questi giorni, durante le vacanze, siamo intervenuti con una primaria messa in sicurezza, rimuovendo manualmente l’intonaco dal solaio in cinque aule scolastiche. Nei prossimi giorni affideremo l’incarico per la progettazione e l’installazione di un controsoffitto in grado di impedire la caduta anche di piccolissimi frammenti a terra», spiega l’assessore.

Il  miglioramento della sicurezza nelle scuole riguarda anche la certificazione relativa alla prevenzione incendi. A questo proposto nelle prossime settimane verrà effettuata la gara per i plessi di Nave e Santa Caterina. Infine, oltre a 69 mila euro già stanziati per la messa a norma degli impianti elettrici, nel bilancio 2015  sono stati individuati 50 mila euro per l’allargamento del cancello della scuola elementare capoluogo in via San Bartolomeo, per la pavimentazione della tensostruttura della palestra Poggi-Carducci e per la realizzazione di una pensilina alla scuola di Nave.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.