Sono più di 100 mila i genovesi e i turisti che hanno salutato il nuovo anno nel capoluogo ligure.

Secondo i dati resi noti dal Comune, quattromila sono stati – solo nella serata – i visitatori della mostra “Dagli impressionisti a Picasso” a Palazzo Ducale (15 mila il dato complessivo dell’intera giornata) e 35 mila le persone che hanno partecipato al Capodanno in Porto Antico, a partire dal pomeriggio. Grande successo in piazza Matteotti, pur con qualche iniziale problema tecnico di sonoro, per il concerto dei 101 violoncellisti . Molta partecipazione anche in tutto il centro, grazie alla musica, alle luci, agli eventi organizzati dai Civ che hanno fatto vivere alla città quasi una “notte bianca” con flussi continui da piazza delle Erbe alle Torri di Sant’Andrea, da San Lorenzo a Strada Nuova: 45 mila tra turisti e genovesi.

“È stata la festa veramente di tutti – dichiara l’assessore alla cultura e al turismo del Comune di Genova, Carla Sibilla – una serata tranquilla, ricca di divertimento e di emozioni. Molti i turisti in città, grazie anche al motore di ricerca Trivago che ha inserito Genova tra le 10 mete dove trascorrere il Capodanno. La città si è vestita a festa per presentarsi sotto la sua luce migliore, coinvolgente, ricca e sorprendente. Abbiamo cercato di valorizzare le tante proposte che Genova sa offrire. E abbiamo avuto ragione. Vorrei ringraziare le istituzioni culturali, i Civ e tutti coloro che hanno dato il proprio contributo, insieme al Comune, per il successo di questa serata”.

Il successo della notte di Capodanno conferma Genova come importante destinazione turistica nel periodo delle festività di Natale e Capodanno. Ottimi i dati dall’Acquario che ha registrato dal 23 al 31 dicembre oltre 32 mila ingressi (miglior risultato degli ultimi 5 anni), a fronte dei 20 mila del 2014. Al Galata Museo del Mare 3.500 ingressi contro i 2.400 del 2014. Bene i Musei civici che nel periodo delle festività dal 25 al 31 dicembre hanno registrato un incremento dell’11% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Gli hotel e le altre strutture ricettive hanno registrato il 100% di occupazione in tutta la città, evidenziando non soltanto un ottimo Capodanno, ma un andamento nettamente superiore al passato per tutto il periodo, con indici di occupazione che, partendo dal 55-60% di Natale (un dato senza precedenti a Genova) sono andati crescendo rapidamente, nei giorni seguenti, dal 70 all’85, fino al 100% dei giorni dal 30 al 2 gennaio.

Molto positivi anche i dati del traffico aeroportuale, che ha registrato, nel periodo Natale-Capodanno, il transito di 26 mila passeggeri, con un incremento dell’8,5% rispetto all’anno passato. Molti i turisti italiani dal Sud Italia, bene anche l’andamento da Germania, Francia e Regno Unito. In particolare, il traffico da e per Londra registra un aumento del 31,07%, mentre quello da e per Parigi segna un +26,91%.

La grande affluenza turistica ha avuto riscontro anche nei ristoranti genovesi, non solo nel centro, che hanno registrato il tutto esaurito. Prevalenti in centro i turisti, in particolare stranieri (Francia, Germania, Regno Unito). Da segnalare il tutto esaurito all’Acquario, dove sono stati coperti tutti i 500 posti disponibili per la cena nel padiglione dei cetacei.

Gli utenti del portale turistico e di promozione della città visitgenoa.it hanno registrato – tra il 1° e il 30 dicembre – un + 74% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.