Semplificare la burocrazia, creare un’agenzia per le start up, realizzare il programma governativo “Garanzia Giovani”. Sono alcune delle proposte avanzate dal presidente di Federmanager/Asdai Liguria Paolo Filauro in un’intervista su “Realtà Liguria”, il periodico ufficiale dell’associazione.

Il numero uno dell’associazione chiede alla giunta regionale che agisca al più presto su quattro punti: «In primis, è necessaria una semplificazione della burocrazia complessiva per agevolare l’imprenditoria locale e invogliare quella esterna a venire ad investire sul nostro territorio. In secondo luogo è necessario uno svecchiamento di alcune procedure: i servizi per l’impiego dovranno essere più efficaci con un’informatizzazione del sistema integrato di recruitment in grado di favorire l’incontro fra aziende, scuola e università. In terzo luogo, mi aspetto che si dia immediatamente concretezza operativa alla parte del programma governativo “Garanzia Giovani” che si rivolge ai ragazzi che vogliono tentare la strada dell’autoimprenditorialità, utilizzando al meglio i fondi messi a disposizione dallo Stato e non ancora spesi (più di 1,5 milioni di euro). Infine, vorrei che la Regione creasse un’agenzia per le start-up che offrisse informazioni complete aiutando i neo-imprenditori in tutte quelle incombenze burocratiche che spesso rischiano di far fallire le buone idee. Forse è anche per questo motivo che la Liguria è tra le ultime regioni italiane come numero di start-up innovative. A livello regionale, al 6 aprile 2015, la registrazione di questo tipo di start-up presso le Camere di Commercio era di 57 nuove attività che la posizionava la Liguria al 16esimo posto nella graduatoria per regioni, dopo l’Abruzzo con 70 e prima dell’Umbria con 43».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.