La possibilità di telefonare e navigare in Internet, attraverso connessioni telefoniche, nelle stazioni e sui treni della metropolitana è un fatto positivo per una città che, d’altra parte, sta ampliando la rete wifi. Non si capisce per quale ragione Genova avrebbe dovuto rinunciare a questo servizio visto che non è costato neppure un euro all’Amministrazione comunale e all’Amt: l’iniziativa è stata realizzata grazie ad una offerta a totale carico della società Metroweb e dei suoi partner.

Risponde così il Comune di Genova alle organizzazioni sindacali di categoria, che avevano parlato di “qualche milione di euro non si capisce pagati da chi”. La polemica sui soldi che l’Amministrazione avrebbe fatto meglio a spendere per altre necessità del trasporto pubblico è secondo il Comune quindi evidentemente strumentale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.