Savona, tutti i numeri della Giornata della trasparenza

Savona, tutti i numeri della Giornata della trasparenza

Informare e condividere con la comunità locale l’attività svolta nel corso dell’anno dalla Camera di Commercio di Savona: è l’appuntamento di fine anno con la Giornata della trasparenza, incentrato sulla diffusione di una serie di dati sintetizzati in 21 slides pubblicate sul sito camerale, a disposizione di cittadini e stakeholders.

Con una novità sostanziale: il documento è sottoposto quest’anno alla valutazione di chiunque intenda proporre quesiti e fare osservazioni. Una finestra di dialogo resterà aperta sino a metà gennaio e consentirà di esprimere suggerimenti e opinioni che potranno nelle settimane successive essere tenuti in considerazione nella stesura del piano della trasparenza per il 2016.

L’attività svolta è misurata da grandi e piccoli numeri. Tra i primi, il numero delle imprese (27 mila quelle attive), il numero delle pratiche gestite (20 mila al 30 novembre scorso, nell’84,2% dei casi concluse entro cinque giorni), l’importo degli interventi economici per le imprese (quasi 2 milioni di euro a fine novembre). I dipendenti sono scesi a quota 49 (5 in meno del 2013); di questi 15 sono uomini e 34 donne; per il 90% si tratta di laureati o diplomati. Sono stati organizzati 13 corsi di formazione per imprese, con 276 partecipanti, emessi 1.320 certificati di origine, rilasciate 1.274 firme digitali. Fiori all’occhiello delle attività a favore dell’innovazione e della promozione delle imprese sono stati il progetto Eccellenze in Digitale di Google – Unioncamere, che ha registrato 87 domande di “assistenza informatica”, e il portale Italian Qualità Experience di Unioncamere, che ha visto l’iscrizione di 161 aziende della filiera agroalimentare. Ed è stato proprio l’agroalimentare il settore che nel 2015, grazie a Expo Milano, ha avuto la maggiore visibilità anche a livello locale. Con alcuni dati anche curiosi. La Camera di Commercio, per esempio, ha certificato 1 milione e 83 mila mazzetti e 371 mila bouquet di basilico per il consumo fresco (pesto genovese) oltre a 24 mila quintali destinati alla trasformazione. Sono stati certificati 3.445 litri di olio extravergine di oliva Dop, 857 mila bottiglie di vino Doc e 90 di vino Igp (Indicazione Geografica Protetta). Interessanti i numeri delle procedure di mediazione per la conciliazione delle controversie civili e commerciali: dalle 152 del 2014 si è passati a 185 nel 2015, e da un valore medio di 51 mila euro a 79 mila. E la trasparenza, quale punto di incontro tra comunicazione e innovazione, è stata costantemente perseguita e diffusa attraverso l’uso dei social network (Facebook e Twitter). Con numeri di grande rilievo: i follower sono oltre 2.900 e i tweet, in tre anni di attività, hanno superato quota 30 mila.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.