Ridurre i rifiuti e minimizzare gli sprechi a Natale. Secondo Amiu, è possibile: basta seguire alcuni consigli diffusi da Comieco, il Consorzio della carta e del cartone che ha realizzato un vademecum di accorgimenti per rendere le feste più sostenibili per l’ambiente e le tasche.

Dai pacchetti creativi fai-da-te, realizzabili con vecchi cesti, sacchetti di cartone, vecchi giornali, all’ottimizzazione della conservazione dei prodotti: tra i suggerimenti, quello di conservare frutta e verdura mantenendoli negli imballaggi originali, l’attenta lettura delle etichette e della data di scadenza, evitare di praticare tagli o buchi nelle confezioni.

Comieco elenca anche un vero e proprio menù di “regole d’oro”, sette in totale, riguardanti la raccolta differenziata: la carta oleata usata per formaggi e affettati va nell’indifferenziata, così come la carta da forno. Occorre separare il cartone dalla confezione che contiene cotechino e zampone (o simili): lo stesso vale per dolci come panettone e pandoro. I tovaglioli usati vanno riposti nell’umido. A cena fuori? Gli scontrini vanno gettati nell’indifferenziata. E infine, controllare l’ “evoluzione” degli imballaggi: sulla confezione è sempre riportata la corretta destinazione dell’involucro.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.