Il passaparola applicato al social network. Un sito di recensioni positive che rovescia la concezione “alla Trip advisor” in cui è il ristorante o l’hotel a essere al centro. Si chiama Io consiglio e sono le persone a metterci la faccia nel consigliare professionisti, spettacoli, bar, prodotti e molto altro (non a caso il payoff è: consigli veri da amici veri).

L’idea è di un gruppo di genovesi e di una milanese tra cui Michela Paparella, Valentina Vimercati, Massimo Barnieri, Alessio Caldano e Mirko Credito (riuniti sotto il nome di Koriolis srl), che hanno voluto lanciare proprio a Genova quello che potenzialmente è un progetto diffondibile a livello mondiale. Si occupano da quasi 20 anni di comunicazione digitale e l’idea è nata parallelamente alle loro attività abituali, essendo un gruppo di amici.

Il team di Io consiglio
Il team di Io consiglio

«Abbiamo aperto il sito da una settimana – spiega Paparella – e solo con il nostro passaparola abbiamo già 500 iscritti. Il concetto di base è che si tratta di consigli che una persona dà ad amici veri nella vita reale, quindi difficilmente si tratta di “sòle”. È una piattaforma che accontenta tutti, chi usufruisce dei servizi e chi li offre, visto che si tratta di pubblicità gratuita».

Un avvocato, un medico, chi è iscritto a un albo professionale non può farsi pubblicità nel senso classico del termine, mentre un idraulico o un giardiniere, per esempio, non hanno magari le risorse per una campagna, spiega Paparella, «Io consiglio può dar loro visibilità».

Quando si legge una recensione online di solito non si conosce la persona che l’ha fatta, in Io consiglio quando si fa una ricerca, prima vengono visualizzate le recensioni degli amici, subito dopo la cerchia degli “amici degli amici”.

L’investimento iniziale è stato di oltre 100 mila euro, il sito è stato sviluppato internamente. C’è voluto un anno di lavoro. Per il lancio di questo particolare social network c’è anche un concorso: occorre registrarsi, invitare almeno 2 amici che completino la registrazione, inserire 3 consigli e sperare di essere estratto per vincere Apple watch e buoni Amazon (il concorso scade il 30 aprile). Inoltre saranno realizzate delle cartoline a disposizione dei professionisti che saranno un invito a segnalare il loro nome sul sito in caso il cliente si sia trovato bene.

Il guadagno, per i soci, sarà sulla pubblicità: il portale consente di far comparire banner in modo mirato, su un target di utenza interessata a un certo tipo di servizio o comunque che abita in un determinato luogo. Inoltre il sito consente di estrapolare dati aggregati anonimi sulle preferenze dei suoi utenti.

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.