Non ha tagliato il personale, ha tagliato i dirigenti. E ha assunto tutti i lavoratori esterni. Così Stefano Siragusa, 39 anni, che dovrebbe essere confermato dal nuovo consiglio di amministrazione eletto oggi amministratore delegato di Ansaldo Sts, spiega come in due anni ha rafforzato l’azienda, ottenendo risultati record.

«L’ho trovata buona al mio arrivo – dice Siragusa – e ora è ancora meglio, soprattutto per quanto riguarda i conti. La società è molto più forte, più solida, più strutturata di prima. Non a caso l’ha pagata due miliardi Hitachi. E non a caso ha pagato la manleva. Non è usuale. Questo è merito della squadra manageriale di cui faccio parte. Sono uno dei tanti, con un ruolo particolare e insieme abbiamo fatto grandi cose negli ultimi due anni».

«A Genova – ricorda l’amministratore di Ansaldo Sts – ho aumentato le risorse, ho assunto. Ho assunto le persone, soprattutto nell’ingegneria. Ho stabilizzato tutti gli interinali, tutti, indipendentemente dal Jobs Act. Non solo. Ho fatto in modo che tutte le persone che avevano un ruolo nell’indotto entrassero nell’azienda come dipendenti».

Siragusa ricorda una e mail inviata ai dirigenti della società poco dopo il suo arrivo: «Nella mail dicevo: cari dirigenti, io arrivo da voi e mi rendo conto che ci sono problemi di produttività. Non lo dico io, lo dicono i clienti. Ora, su Genova, fatta 100 la forza lavoro, lavoravano 40 persone esterne. Ho chiesto: queste 40 persone esterne ci servono o non ci servono? Ditemi quelli che ci servono. Perché se mi lavora il 40% di persone esterne mi aspetto che i miei interni siano totalmente saturi. Ma così non è. Allora io vi dico: cari dirigenti di Genova: sono due le cose: o voi non sapete prendere a calci nel sedere gli interni, non siete dirigenti capaci, oppure fondamentalmente quelli interni non hanno le competenze. Ma se mi dite che quelli interni non hanno le competenze e siete in questa posizione da più di 15 anni, vuol dire che voi negli ultimi 15 anni non avete fatto il vostro lavoro di manager. Quindi, invece di prendermela coi lavoratori che stanno, sotto me la prendo con voi dirigenti. E ho iniziato a falcidiarli tutti. Se tu sei stato in una posizione 15 anni e non sei stato capace di capire che quelle competenze ti servivano e hai lasciato i lavoratori esterni come interinali, hai sbagliato. Un manager che lascia per 7 – 8 anni delle persone come interinali è un delinquente. Ovvio che è più difficile far lavorare un collega rispetto a una persona esterna ma un manager è un manager se è capace di fare lavorare i colleghi. Non a caso il capo del personale è stato licenziato. Ed è uscito in silenzio. Questo 40% di esterni io l’ho assunto. Per quanto riguarda i dirigenti, invece, sono arrivato che ne avevo 121, ora sono 76. Un manager – sottolinea Siragusa – deve sapere gestire le risorse interne. L’unico valore aggiunto di Ansaldo Sts sono le persone, i colleghi. Non abbiamo fabbriche, non abbiamo prodotti dal punto di vista fisico. Abbiamo solo ingegneria».

Siragusa non è preoccupato da sovrapposizioni di personale tra Genova e Napoli, Genova e Parigi e altre sedi. «Se c’è un mercato che cresce – spiega – avere più ingegneri vuol dire avere un’arma in più per vincere».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.