L’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Genova, Emanuela Fracassi, ha proposto di attivare una convenzione con il terzo settore per riconoscere un contributo di 400 euro alle famiglie che si offrano di ospitare un profugo nella propria abitazione.

Per ora è solo un’idea ma l’assessore si sta confrontando con il forum del terzo settore per capire se anche a Genova, come avviene già ad Asti, alle famiglie che vorranno accogliere un profugo possa essere riconosciuto un contributo. Nel caso di Asti la maggior parte delle famiglie che hanno aderito a questo progetto sono della stessa nazionalità dei profughi ospitati.