Fattorie didattiche aperte il 26-27 settembre

Fattorie didattiche aperte il 26-27 settembre

Regalare ai più piccoli un’esperienza formativa, permettendo loro di trascorrere una giornata indimenticabile e di conoscere da vicino le attività delle fattorie didattiche della Liguria, scoprire l’origine degli alimenti, imparare i saperi della terra e a creare qualcosa di buono e sano con le proprie mani è l’obiettivo di “Fattorie didattiche aperte”, giunta alla sua settima edizione.

Organizzata dall’assessorato all’Agricoltura della Regione Liguria, in collaborazione con Unioncamere, l’Ufficio scolastico regionale e le organizzazioni professionali agricole (Cia, Cisl-UgcColdiretti e Confagricoltura), l’iniziativa si svolgerà sabato 26 e domenica 27 settembre in tutta la Liguria e vedrà protagoniste 56 aziende agricole e agrituristiche della regione che, per l’occasione, apriranno le porte alle famiglie con laboratori e percorsi didattici volti alla scoperta dei segreti dell’orto, del bosco, degli oliveti, dei vigneti e degli animali. L’elenco completo delle aziende che partecipano all’iniziativa è disponibile sul sito www.agriligurianet.it.

Nel corso di queste due giornate, i bambini potranno mettersi alla prova con attività di vario tipo come ad, esempio, vendemmia, raccolta delle olive, mungitura nonchè produzione di pane, salumi e formaggi. Tutte le attività proposte dalle fattorie didattiche che aderiscono all’iniziativa sono disponibili gratuitamente, previa prenotazione, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16.

“Fattorie didattiche aperte” è anche un concorso fotografico aperto a tutti: “Scattiamo… in fattoria“. In palio prodotti tipici locali. Per partecipare, è sufficiente inviare le foto scattate in formato digitale, massimo tre, a concorso.fattorieliguria@gmail.com entro il 31 ottobre.

Distribuite lungo tutto il territorio ligure, nel resto dell’anno le aziende agricole della Regione che propongono attività didattiche si differenziano per offerta, ospitando scolaresche, famiglie o gruppi e offrendo in alcuni casi anche la ristorazione o il pernottamento. L’obiettivo di ciascuna è esaltare le risorse del territorio che la ospita, evidenziando le peculiarità dei prodotti tipici e della flora e fauna locale. Ad esempio, le proposte delle fattorie didattiche della provincia di Savona si concentrano soprattutto sugli animali da cortile come pecore e maiali, quelle della provincia di Imperia sono specializzate nella raccolta delle olive e nella vendemmia. A Genova e dintorni, l’obiettivo delle fattorie didattiche locali è di far vivere ai bambini una giornata speciale tra frutta e ortaggi in compagnia di animali da cortile, come cavalli e asini, mentre nello spezzino gli agricoltori conducono i piccoli ospiti alla scoperta delle meraviglie della natura attraverso laboratori, lezioni teoriche e pratiche.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.