Si è conclusa la manifestazione di protesta organizzata da Confesercenti  in via Gherzi. L’amaro “brindisi di Ferragosto” ha visto la partecipazione dei negozianti della zona che lamentano la mancata soluzione al problema della chiusura dei parcheggi liberi, attesa da un anno. Problema che in molti casi ha comportato una forte riduzione del giro d’affari dei commercianti della via e delle zone limitrofe.

[envira-gallery id=”31284″]

Ma non solo. La protesta è stata anche l’occasione per mettere l’accento su alcune situazioni ancora irrisolte.  Si attendono per esempio i lavori di messa in sicurezza del Rio senza nome Ca’ di Ventura, recentemente denominato rio Denega, cioè il responsabile degli allagamenti che hanno interessato l’area nello scorso ottobre; inoltre, c’è ancora poca chiarezza sul fatto che il nuovo silos-parcheggio di Molassana preveda un accesso veicolare e pedonale anche dal lato di via Molassana antistante via Gherzi. Cresce anche la preoccupazione per la possibile apertura di una superficie di vendita alimentare di 2.500 metri quadrati nell’area ex Boero.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.