Un corso estivo rivolto a dottorandi di materie scientifiche per insegnare ai futuri scienziati o ingegneri a promuovere la propria idea, seguendola fino all’applicazione industriale. La School on Science management for scientist and engineers, si svolge ormai da alcuni anni a Genova al dipartimento di Fisica dell’Università. Due settimane di full immersion all’insegna di materie come fund raising, project management, comunicazione e marketing a cui hanno aderito 48 studenti.

Il comitato scientifico è formato da Mario Agostino Rocca (ordinario di Struttura della materia e direttore del corso), Sandrine Lacombe (Université Paris-Saclay) e Fabrizio Barberis (docente di Scienza dei materiali a Ingegneria), proprio per evidenziare l’internazionalità e la multidisciplinarietà del corso: «Tutti i dottorandi di materie scientifiche – spiega Rocca – sono invitati a partecipare, perché così potranno acquisire benefici da inserire nel curriculum e quelle cosiddette “soft skills” che non hanno ricadute immediate, ma fanno comprendere come funziona il mercato fuori dall’Università. Per gli studenti, sia che in futuro facciano scienza, sia che diventino imprenditori, è fondamentale conoscere l’aspetto concreto e finanziario dell’iter di sviluppo di un’idea e di una scoperta.

Durante il corso gli studenti hanno potuto interagire anche con alcuni esponenti dell’industria genovese a partire da Ansaldo Energia (non è un caso che tra i partner del progetto, finanziato da Regione e Camera di Commercio, ci sia proprio Confindustria).

Il 21 settembre, sempre a Fisica, riprenderà il via il master biennale che coinvolge anche altre università europee oltre a Genova: il Serp-Chem (surface, electro, radiation and photo-chemistry) è un programma che consente agli studenti di ottenere un titolo internazionale a seconda dei luoghi in cui ha scelto di trascorrere il semestre. Quattro le proposte, scelte proprio in base all’alta specializzazione: Genova (chimica delle superfici), Porto (elettrochimica), Parigi-Saclay (chimica delle radiazioni) e Poznan (fotochimica).

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.