Chiude all’attivo il saldo tra iscrizioni e cessazioni d’attività d‘impresa nel secondo trimestre dell’anno. In Liguria tra aprile e giugno sono nate 2.475 nuove imprese e ne hanno chiuso 1.782, per un saldo positivo di 693 unità. Secondo i dati diffusi da Unioncamere Liguria, l’andamento resta dunque positivo dello 0,5%, anche se in lieve diminuzione rispetto allo stesso trimestre del 2014 (+0,6%).

Tra i settori che registrano la dinamica migliore, le costruzioni (+67), il comparto del noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese (+41) e le attività professionali e scientifiche (+20); risultato negativo, al contrario, per il commercio (-77), il trasporto e magazzinaggio (-43) e l’agricoltura (-28).

Nati-mortalità imprese in Liguria nel II trimestre 2015
Nati-mortalità imprese in Liguria nel II trimestre 2015

Il tasso di crescita è frutto di un andamento positivo registrato su tutte le province: Genova “guadagna” 340 imprese, Savona 131, Imperia 93 e La Spezia 129. In particolare, i settori che a Genova vedono il saldo positivo più consistente tra aperture e chiusure sono le costruzioni (28 unità in più) e il noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese (+26); a Imperia ritroviamo ancora le costruzioni (+28) e le attività manifatturiere (+4), a Savona il turismo, con un saldo pari a +34 imprese, seguito dalle costruzioni (+15) e alla Spezia il commercio (+11 unità) e a pari merito le attività professionali e scientifiche e il noleggio, agenzie di viaggio, servizi di supporto alle imprese (+6 unità).

Positivo anche il saldo per le imprese artigiane, +152 unità, con un tasso di crescita pari allo 0,4%. La provincia di Genova registra 32 imprese in più, Imperia 47, Savona 50 e La Spezia 23. Bene anche le imprese “rosa”, che hanno registrato un saldo positivo pari a 140 unità: guida la classifica Genova, con 75 imprese in più, seguita dalla Spezia (+40), Savona (+29) e infine Imperia, unica con un saldo negativo (-4 unità). Sul fronte giovanile il saldo è più consistente (+471 imprese) e riguarda tutte e quattro le province: Genova, sempre al comando con 227 imprese in più, segue La Spezia con +105 imprese, Imperia con +75 e Savona con +64. Infine, le imprese straniere crescono di 319 realtà, di cui la maggior parte (149) è presente a Genova, 67 a Savona, 58 a Imperia e 45 alla Spezia.

[envira-gallery id=”31292″]

 

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.