La Liguria apre i battenti a Expo: allestito in una sola notte, dopo averlo liberato dai “residui” della Basilicata, lo spazio Liguria, 144 metri quadrati calpestabili, è pronto per il pubblico dopo pochissime ore di lavoro intenso. L’inaugurazione ufficiale alle tre.

Basilico, erbe aromatiche, fiori del Ponente, piante grasse e ortaggi: tutti i cinque sensi sono coinvolti in un’ambientazione suggestiva e coloratissima, che riempie non solo le pareti, ma anche il soffitto e il pavimento con immagini scorrevoli e d’impatto. “Un giardino affacciato sul mare”, così il visitatore viene accolto all’ingresso della “Liguria in miniatura”. Fishing, Sailing, Growing, Cooking in Liguria: nello spazio si punta soprattutto sul verde e sull’alimentazione, ma c’è anche un po’ di mare: in bella mostra all’entrata, la cartina della Liguria è costruita con le specie ittiche presente nelle nostre acque. E poi il corridoio prosegue con le navi che hanno fatto la storia della nautica regionale.

Una volta entrato, il visitatore può portare via un pezzo di Liguria, strappando le ricette dei piatti tipici liguri appese sulla parete: scritte rigorosamente in inglese, per «Motivi di ospitalità, gli stranieri sono il 70% dei visitatori», come precisa l’assessore al Turismo Angelo Berlangieri, si possono trovare i muscoli ripieni alla spezzina, la mesciua, le acciughe al forno, il sugo di noci, i pansoti, la torta Pasqualina e l’immancabile pesto. Piatti liguri che proprio a Expo stanno andando molto bene, racconta Claudio Burlando, presidente della Regione Liguria: «La farinata e il pesto sono molto apprezzati, decideremo in questi giorni come sostituire la farinata nei mesi estivi, puntando su qualcosa di più adatto alla stagione, come la focaccia col formaggio o le acciughe, per esempio».

[envira-gallery id=”31341″]

«Abbiamo puntato su un padiglione interattivo – spiega Alessandro Valenti, allestitore, della Scuola politecnica di Genova – in cui il visitatore potesse interagire, accompagnato da una scia verde, quasi fluo, colore che abbiamo scelto come motivo e filo conduttore dello spazio».

Lo spazio Liguria, costo 1 milione di euro più iva, attività e mostra comprese, sarà aperto alle iniziative dei Comuni e di altri enti locali che saranno ospitate gratuitamente nelle quattro settimane dedicate alla regione: «Sarà un’area molto viva – commenta l’assessore comunale al Turismo Carla Sibilla – dove si svolgeranno workshop, showcooking e altre attività che animeranno in un mese lo spazio dedicato alla nostra regione: saranno iniziative organizzate da Comuni, Camera di Commercio, Confindustria, artigiani e altri enti».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.