Il Centro Congressi di Genova tra i banchi di prova del progetto Meet&Eat: No Waste!. Un’iniziativa, promossa da Federcongressi&eventi e Banco Alimentare onlus in collaborazione con Equoevento onlus, che punta al recupero del cibo eccedente dei convegni, per ridistribuirlo tra le strutture a scopi benefici.

Progetto sviluppato da oltre 25 anni dal Banco Alimentare tra le industrie del settore e strutture di ristorazione collettiva, recuperare il cibo in eccedenza è più semplice grazie alla legge 155 del 2003, che consente di farlo anche in occasione di convegni ed eventi. Si tratta non solo di un’iniziativa a scopo sociale ed educativo, ma anche ambientale, perché consente di ridurre scarti e sprechi e trarre vantaggi economici per la società.

Il Centro Congressi di Genova ha aderito alla sperimentazione con la raccolta degli alimenti durante due eventi che si sono svolti a febbraio: una convention aziendale nazionale sul settore assicurativo e il 14esimo Genoa Meeting on “Hypertension, Diabetes and Renal Diseases”. Agli incontri hanno partecipato complessivamente oltre 1.300 persone. La prova ha permesso di trasferire gli alimenti tra alcune associazioni ed enti caritativi genovesi che assistono persone in condizione di povertà alimentare.

Inoltre, insieme ad altre due location, il Palacongressi di Rimini (con la sperimentazione su tre convegni) e la struttura congressuale nella sede milanese del Sole 24 Ore (durante un singolo evento) Genova ha contribuito al lancio dell’iniziativa, alla redistribuzione di oltre 700 porzioni di alimenti e soprattutto alla sigla di un accordo tra le associazioni proponenti.

L’obiettivo di Meet&Eat: No Waste! è attuare procedure sempre più semplici e velocizzare i tempi, in modo da estendere il progetto a livello nazionale, coprendo i principali eventi congressuali.

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.