«Abbiamo deciso di essere presenti a Expo 2015 con una parte istituzionale e culturale nel Padiglione Italia, dove sono presenti le Regioni, e con una parte enogastronomica, attraverso le Camere di Commercio liguri, nel grande spazio di Eataly, nel cui giardino ci sarà uno spazio di degustazione dei prodotti della nostra regione, per farli conoscere a un pubblico molto vasto». Lo spiega il presidente della Regione Liguria Claudio Burlando in occasione della presentazione delle attività previste dalla Regione Liguria a Expo 2015. «Come al solito il nostro Paese arriva a questi eventi di corsa, come ha detto il presidente del Consiglio visitando i cantieri di Expo, ma dopo qualche rinuncia e qualcosa fatta in modo ridotto, sarà come sempre un successo, con 140 Paesi presenti, 20 milioni di visitatori attesi di cui 6 dall’estero e 8 milioni di biglietti già venduti. Infatti i Paesi e le Regioni ci saranno tutti, è un’occasione molto importante di promozione per farsi conoscere e per avere un ritorno. Quando facemmo l’Expo genovese, assai specializzata e molto più piccola, non è stato tanto importante quello che è successo durante, quanto quello che è successo dopo. Attraverso la vicenda dell‘Acquario, che ha avuto 23 milioni di visitatori da allora a oggi, si comprende la potenzialità di questo tipo di manifestazioni. Per questi motivi abbiamo deciso di convogliare risorse su Expo e anche finalizzare nello stesso periodo eventi significativi come il Giro d’Italia, che sarà in Liguria per i primi 4 giorni a partire dal 9 maggio, e Slow Fish, a Genova dal 14 al 17 dello stesso mese. Sarà invece a fine settembre il Salone Nautico, evento consolidato e molto importante in un momento di rilancio della nautica dopo anni difficilissimi».

LASCIA UNA RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.